Chiudi X
10 aprile 2017
"Reati in calo, ma il vero problema è lo spaccio" I DATI
10 aprile 2017
Il questore Salvatore Arena
Reati complessivamente in calo, lo spaccio resta la "piaga" della città.

E' stato il questore Salvatore Arena, in occasione della festa della Polizia alla Sala dei Teatini, a tracciare un bilancio dell'attività sul territorio degli ultimi dodici mesi.

SCARICA IL DOSSIER CON TUTTI I DATI

I NUMERI - Nel corso dei servizi di controllo del territorio (3900 circa) massima attenzione è stata dedicata sia ai luoghi di prima aggregazione di comunità straniere, come Porta Galera, Via Colombo, Via Roma, Via Torricella, ex Mercato Ortofrutticolo, Giardini Margherita e Giardini Merluzzo, ma anche alle zone di seconda generazione di immigrati, Viale Dante Alighieri e la zona sud di viale Manfredi, con oltre 20.000 persone identificate, 6400 veicoli controllati.

La Squadra Mobile Piacentina e l'Ufficio Prevenzione Generale del Soccorso Pubblico nell’ultimo anno hanno tratto in arresto in totale 112 persone e denunciato in stato di libertà 600 soggetti circa, molti dei quali pregiudicati, per reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di stupefacenti.

A questi dati vanno aggiunti 51 fogli di via obbligatori, 29 avvisi orali e 5 proposte di sorveglianza speciale adottati dalla Divisione Anticrimine, emessi contestualmente o immediatamente dopo l’esecuzione di alcuni delitti.

REATI IN CALO - Dall’esame dei dati emerge come a Piacenza e provincia il trend generale dei delitti denunciati, con autori noti od ignoti, ha subito un decremento pari al 18%. "Ciò è confortante - ha detto Arena -, ci fa capire come la strada intrapresa sia quella giusta ma che c’è, ancora, parecchio da lavorare".

Più in particolare i reati contro il patrimonio ci riportano una flessione dei furti in generale (-17,2%), delle rapine (-22 %), delle estorsioni (-40%): "Un quadro, che insieme ad arresti e denunce a piede libero è incoraggiante ma che non ci appaga. UPGSP e Squadra Mobile (ognuno nel proprio settore di propria competenza) hanno, denunciato circa il 30% di soggetti per furto, mentre sono stati indagati quasi tutti i responsabili di Rapine ed Estorsioni".

SPACCIO - "Il dato relativo allo spaccio di stupefacenti, invece, - ha evidenziato Arena - rappresenta il settore commerciale privilegiato dalla locale criminalità comune che ha assunto a Piacenza aspetti di inquietante rilievo sia per l’elevato numero dei soggetti implicati che per la quantità di stupefacente sequestrato".

"Nel corso delle varie attività di indagine - ha ricordato - è emerso il coinvolgimento di noti pregiudicati che si avvalgono principalmente di reti di piccoli spacciatori, prevalentemente stranieri, ed assuntori locali, qualche professionista, molti giovani tra cui parecchi minori, in traffici già accertati che hanno interessato alcune zone della città e, purtroppo, anche determinati istituti scolastici cittadini, luoghi pubblici ed esercizi commerciali".

"Al riguardo al fine di contrastare il fenomeno, su richiesta del Provveditore agli Studi e dei Direttori Didattici in più occasioni ci siamo recati con nostre unità cinofile presso alcune Scuole cittadine che  consideriamo  luoghi “sacri” dove devono essere privilegiate l’istruzione e la cultura della legalità. Attività che proseguirà fino alla conclusione dell’anno scolastico".

IMMIGRAZIONE - L'attività dell’ufficio immigrazione ha visto il rilascio e rinnovo di quasi 12.000 permessi di soggiorno, di cui 1260 quelli per asilo politico, cioè strettamente correlati alle richieste di protezione internazionale ad opera dei profughi, con un aumento di quasi il 35% rispetto all’anno precedente.

Inoltre sono stati emessi 74 tra decreti di accompagnamento alla frontiera e decreti di trattenimento presso CIE e 244 ordini del Questore di allontanamento dal territorio nazionale.
Commenti (7)

-


-


-


-


-


-


-

Inserisci commento: