14 settembre 2016
Due visite guidate e un concerto per la riapertura della Galleria Alberoni
14 settembre 2016
Galleria Alberoni
Dopo la consueta pausa estiva, in anticipo di una settimana rispetto alla canonica riapertura nell’ultima di settembre, riaprono al pubblico la Galleria e il Collegio Alberoni con il loro ricchissimo patrimonio artistico, scientifico, librario e naturalistico.

Proprio per la riapertura della Galleria e la ripresa delle visite, è stata programmata una interessante due giorni costituita da visite guidate speciali e da un concerto intitolata “La storia della misericordia alberoniana. Luoghi, persone, esperienze, racconti”, ideata e programmata per il Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco e attualmente in corso, in occasione del quale anche i musei piacentini hanno predisposto iniziative culturali a esso connesse.
 
La due giorni prevede una visita guidata che si terrà sia sabato che domenica pomeriggio alle ore 16, (ingresso ridotto €. 4,50), animata da letture e proiezioni di immagini, dedicata alla narrazione delle grandi opere di misericordia che vennero realizzate dal Collegio Alberoni dal suo sorgere fino al secolo scorso e, a San Lazzaro, addirittura prima della costruzione dell’Istituto voluto dal cardinale Alberoni.

Le visite permetteranno di attraversare e visitare almeno parzialmente alcuni fabbricati che circondano il Collegio Alberoni quasi mai aperti al pubblico e che sorsero o vennero ingranditi e adattati proprio per divenire la sede di iniziative estremamente importanti per la città di Piacenza.

Maria Rosa Pezza, ricercatrice storica presso il Collegio Alberoni, condurrà infatti il pubblico alla scoperta di tre grandi opere di misericordia che hanno animato la vita di quattro grandi fabbricati tre dei quali ancora esistenti: la vicenda dell’antico ospedale di San Lazzaro (la cui attività fu precedente al Collegio e che si concluse proprio con la costruzione di quest’ultimo), la trasformazione del Collegio Alberoni in ospedale durante la prima guerra mondiale e la storia dei Pupilli della Patria il grande Istituto per gli orfani di guerra che sorse, durante la prima guerra mondiale, per iniziativa dell’Opera Pia Alberoni in ben tre fabbricati adiacenti il Collegio.

Saranno così visibili il fabbricato Portici prospiciente il Collegio, il fabbricato San Pio X, situato a poca distanza dalla Galleria Alberoni ed eretto nel 1916, l’antico fabbricato adiacente la Chiesa di San Lazzaro oggi destinato a oratorio.

Gli itinerari guidati prevedono anche il passaggio in alcuni ambienti del Collegio Alberoni dove verrà narrata la trasfigurazione dell’Istituto alberoniano in ospedale durante la prima Guerra Mondiale, svelando quindi come nei secoli scorsi il Collegio Alberoni abbia dato concretezza ad alcune opere di misericordia quali dare da mangiare agli affamati, dare da bere agli assetati, vestire gli ignudi, alloggiare i pellegrini, visitare gli infermi, consolare gli afflitti.

Un concerto per pianoforte solista di Roberto Marchesi - La due giorni prevede anche, come momento conclusivo, un significativo concerto programmato per domenica 18 settembre alle ore 18.00 nella Sala degli Arazzi della Galleria Alberoni.

Si tratta di un viaggio musicale per pianoforte solista, Da Liszt a Chopin, che avrà come protagonista il pianista emiliano Roberto Marchesi. La performance musicale chiuderà la due giorni dedicata al Giubileo della Misericordia programmata per la ripresa della stagione di visite alla Galleria e al Collegio.

Il Concerto è ricompreso nel programma della XIV edizione della Rassegna concertistica Musica intorno al fiume, promossa dall’Associazione Culturale Giuseppe Serassi, con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che porta importanti esecuzioni musicali, concerti e altre iniziative culturali nei territori delle province di Reggio Emilia, Mantova, Cremona e Parma.

VISITE IN GALLERIA - A partire pertanto da domenica 18 settembre 2016 e fino all’ultima domenica di giugno 2017 la Galleria sarà nuovamente aperta tutte le domeniche dalle ore 15.30 alle ore 18. I visitatori potranno liberamente visitare le collezioni custodite al suo interno e precisamente la strepitosa serie di 18 arazzi fiamminghi, la pinacoteca alberoniana sovrastante, le sale dedicate ai paramenti sacri, la sezione di crocifissi e sculture.

Alle ore 16 di ogni domenica si terrà una visita guidata che condurrà il pubblico non solo attraverso le collezioni esposte in Galleria, ma anche alla scoperta dei tesori artistici e scientifici custoditi in Collegio: l’Ecce Homo di Antonello da Messina e i dipinti più delicati esposti nell’appartamento del cardinale (fra i quali capolavori di Guido Reni, Luca Giordano, Jan Provost,), la biblioteca monumentale, il museo degli strumenti scientifici, l’aula di fisica, la sezione zoologica, gli osservatori scientifici.

Domenica 18 settembre, prima domenica di riapertura, sia la visita libera alla sola Galleria che la ordinaria visita guidata delle ore 16 prevedono l’ingresso con biglietto ridotto, come sopra indicato.

Visite guidate per gruppi - I gruppi di visitatori e le classi degli Istituti Scolastici possono prenotare visite e attività didattiche in qualunque giorno della settimana.

Apertura per singoli visitatori su appuntamento - Per i singoli visitatori o gruppi di poche unità di persone che avessero necessità e interesse a visitare il Collegio e la Galleria in giorni differenti dalla domenica, è prevista una apertura su appuntamento con un percorso accompagnato di circa un’ora alla scoperta delle eccellenze del patrimonio culturale alberoniano.

GALLERIA ALBERONI, Via Emilia Parmense, 67, 29122 Piacenza
tel: 3494575709 - 0523322635 – 3921530734
Commenti (1)

-

Inserisci commento: