Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
30 settembre 2017
Confapindustria alla giunta: "Un tavolo per lo sviluppo futuro della città"
30 settembre 2017
l'incontro
CONFAPI INDUSTRIA PIACENZA: SODDISFAZIONE PER L’INCONTRO CON LA GIUNTA DEL COMUNE DI PIACENZA, AL VIA IL PROTOTIPO PIACENZA 2030

Soddisfatti il presidente Cristian Camisa ed i membri della giunta e del consiglio direttivo di Confapi Industria Piacenza per l’incontro con la giunta del Comune di Piacenza.

Fra i temi trattati: il “Prototipo Piacenza 2030”, la proposta di rimodulazione delle tariffe ed un contatto diretto fra istituzioni e imprese.

Si sono detti soddisfatti il presidente Cristian Camisa ed i membri della giunta e del consiglio direttivo di Confapi Industria Piacenza per l’incontro avuto con il sindaco Patrizia Barbieri e con la giunta del Comune di Piacenza e che va nella linea di dialogo diretto fra il mondo imprenditoriale e quello istituzionale.

“E’ questo l’obiettivo principale dell’incontro, dichiara il presidente di Confapi Industria Piacenza Camisa, ovvero contribuire a migliorare in modo trasparente l’interrelazione tra il mondo pubblico e il mondo imprenditoriale”.

I componenti della giunta comunale hanno illustrato i punti principali del programma di mandato soffermandosi, in particolare, sulle materie legate al mondo economico, avviando il confronto dal Sindaco Patrizia Barbieri che ha direttamente in capo le deleghe allo sviluppo economico e al lavoro, servizi alle imprese, marketing territoriale, comunicazione e salute.

Hanno poi proseguito Paolo Passoni che ha illustrato la situazione in merito alle partecipate, personale e organizzazione, Paolo Mancioppi soffermandosi alle competenze in merito all’ambiente, Protezione Civile, commercio e mobilità, Erika Opizzi per l’urbanistica e il territorio, arredo e riqualificazione urbana, politiche scolastiche ed educative, Paolo Garetti per le deleghe ai lavori pubblici, manutenzione e qualità del patrimonio comunale, progetti speciali di valorizzazione patrimoniale, impiantistica sportiva e sviluppo dei progetti Smart City, Luca Zandonella in relazione a sicurezza e politiche giovanili, Massimo Polledri in merito a promozione turistica e politiche culturali, Filiberto Putzu che ha relazionato rispetto alla valorizzazione del Centro Storico, eventi, valorizzazione del Grande Fiume, demanio e patrimonio, progettazione europea e servizi al cittadino e Federica Sgorbati per le deleghe ai servizi sociali, infanzia, pari opportunità, abitazioni.

Nel corso del dialogo i vertici dell’associazione hanno analizzato i temi principali contenuti nel documento Impegni di mandato 2017-2022, che erano stati sottoposti e sottoscritti dal primo cittadino al termine della campagna elettorale durante l’Assemblea generale di Confapi Industria svoltasi a Palazzo Gotico e che prevede i seguenti punti: Prototipo Piacenza 2030, Tari, Impegno a rimarcare il settore manifatturiero come strategico per Piacenza, Riorganizzazione-efficientamento-semplificazione e Mappatura completa immobili ad uso produttivo.

“In particolare ci siamo soffermati, ha spiegato il presidente Camisa, sul cosiddetto “Prototipo Piacenza 2030”, ossia il tavolo di lavoro sullo sviluppo futuro della città, aperto al mondo dell’impresa e delle professioni, composto anche da piacentini illustri che si sono distinti nel mondo del lavoro, comprese managerialità che lavorano fuori Piacenza, finalizzato a confrontarsi mensilmente e ad elaborare ad una visione strategica della città e del territorio anche in un’ottica di area vasta”.

“Soddisfazione – continua Camisa – perché l’idea a suo tempo proposta è stata raccolta favorevolmente dall’Amministrazione. A breve sarà costituito il tavolo, che auspichiamo diventi il centro dello sviluppo del territorio ed il punto di riferimento per azioni e progetti da attuarsi in modo coordinato. Ravvisiamo, infatti, che per il rilancio del territorio siano necessari limitati progetti cardine di lungo respiro, ma che coinvolgano tutte le forze per evitare duplicazioni e dispersioni”.

“Fra gli altri temi affrontati ci sono stati anche la questione delle tariffe che gravano pesantemente sulle imprese e, in particolare, della Tari: già da tempo Confapi Industria aveva, infatti, espresso l’assoluta necessità di rivedere la modalità di calcolo della Tassa sui Rifiuti riducendo l’impatto alle imprese e che il Comune di Piacenza si facesse promotore con Atersir al fine di uniformare i Regolamenti di tutti i Comuni della provincia di Piacenza”.

“Un’altra importante novità, che va nell’ottica di avvicinare il mondo dell’impresa con l’Amministrazione comunale, è la disponibilità mostrata di dedicare un unico interlocutore con cui relazionarsi per tutte le problematiche da dirimere di interesse aziendale e che comporterebbe un notevole vantaggio per le imprese, spesso in difficoltà a districarsi nei complessi meandri burocratici. Così facendo si potrebbero avere così risposte con modalità e tempi certi”. “Un sincero ringraziamento al Sindaco Barbieri e agli Assessori – conclude il Presidente – per la disponibilità dimostrata durante l’incontro”.

Per dare voce al mondo imprenditoriale presenti i membri del consiglio direttivo di Confapi Industria Piacenza: Giuseppe Ballotta Tecnocarp, Graziano Balduzzi Bardini Cioccolaterie, Sara Brugnoni Santafranca60, Paolo Bruschi Eurocoffee, Antonio Campagnoli Zeca, Antonio Castaldi Castaldi ICT, Anna Paola Cavanna Laminati Cavanna, Vincenzo Cerciello Nordmeccanica, Elisabetta Curti Gas Sales, Fabrizio Falaguasta Agrofata, Roberto Fugazza LTP, Roberto Gatti Metalgrigliati e Zincature e Metalli, Marco Pioli IVRI, Giovanni Maini Maini Vending, Corrado Marchetti Coro Marketing, Giangiacomo Ponginibbi Ponginibbi Luigi, Gianni e Stefano Rabaiotti Delta Inox, Armando Schiavi Schiavi Inerti, Dario Squeri Steriltom e Denise Venturati ACP International Food, oltre al direttore di Confapi Industria Piacenza Andrea Paparo, il vice direttore Marika Lusardi ed il segretario delle categorie Gabriele Zanelli.

(nota stampa)
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: