12 agosto 2017
Asenova "strappa" il titolo europeo a Roberta Bonatti (3-2)
12 agosto 2017
Roberta Bonatti sul ring della finale europea
Roberta Bonatti sul ring della finale europea
Roberta Bonatti sul ring della finale europea
Roberta Bonatti sul ring della finale europea
Roberta Bonatti sul ring della finale europea
Roberta Bonatti sul podio
Roberta Bonatti sul ring della finale europea
Roberta Bonatti sul ring della finale europea
Asenova "strappa" il titolo a Robrta Bonatti. La boxeur di Piacenza ha perso la finale dei campionati europei èlite femminili, categoria di peso fino a 48k, contro l'avversaria bulgara.

Il risultato finale dell'incontro sul ring di Cascia (Italia) è di Asenova VS Bonatti 3-2. (Nelle foto alcuni momenti dell'incontro).

Roberta Bonatti non ce l'ha fatta a conquistare il titolo europeo assoluto per dilettanti nella categoria dei 48kg.

Sul ring di Cascia è stata dichiarata battuta in finale dalla bulgara Seuda Asenova al termine di un match molto equilibrato che la piacentina avrebbe meritato di vincere per aver attaccato per tutti i 9' contro un'avversaria che, pur avvalendosi di doti fisiche superiori, ha dovuto ricorrere a tutte le notevoli risorse tecniche ed ad un vasto repertorio di scorrettezze per arginare l'offensiva della piacentina.

Il tardivo richiamo ufficiale (proprio pochi istanti prima della fine del match) probabilmente non è stato tenuto nella giusta considerazione nella valutazione finale. Tre giudici hanno dato la preferenza alla bulgara, mentre due hanno visto prevalere l'italiana.

Per Roberta Bonatti, campionessa italiana in corso, ed il suo maestro Roberto Alberti della Salus et Virtus, si tratta, comunque, di un grande risultato, mai raggiunto da nessun altro nella storia del pugilato piacentino.

L’assessore allo sport Massimo Polledri: “Orgogliosi di lei” -“Roberta Bonatti, da vera campionessa qual è, ancora una volta è salita sul ring per vincere. Il titolo europeo non è arrivato, ma la determinazione, la grinta e il talento con cui ha raggiunto questa finale così importante, disputata sempre al livello dell’avversaria, ci rendono orgogliosi di questa giovane atleta che ha portato il pugilato piacentino ai vertici internazionali, dove nessuno prima di lei era arrivato”.

L'assessore esprime “a nome della comunità piacentina, le congratulazioni a Roberta e al suo coach Roberto Alberti, della Salus et Virtus, per questa medaglia d’argento che fa onore al pugilato femminile italiano”.


 

 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: