Chiudi X
09 settembre 2017
Riaperto il ponte sul Trebbia "Segnale di fiducia" FOTO e VIDEO
09 settembre 2017
Riapertura Ponte Trebbia
Riapertura Ponte Trebbia
Lavori sul Ponte Trebbia
Riapertura Ponte Trebbia
La cerimonia di taglio del nastro
sul ponte
La cerimonia di taglio del nastro
La cerimonia di taglio del nastro
sul ponte riaperto
sul ponte riaperto
sul ponte riaperto
sul ponte riaperto
sul ponte riaperto
sul ponte riaperto
Piacenza - Dopo poco più di 3 mesi è stato  riaperto anticipatamente al transito veicolare il Ponte sul Fiume Trebbia

La cerimonia si è tenuta alle ore 16 del 9 settembre, prima della riapertura al transito dei veicoli. Alle 17 e 40 circa disco verde anche per le auto.

Un taglio del nastro speciale per un cantiere che ha chiuso in anticipo: in tanti hanno sottolineato che la felice conclusione della vicenda del ponte, nonostante i disagi arrecati, costituisca un segnale di fiducia.

Un grande ringraziamento è stato tributato alle ditte e agli operai che hanno lavorato in condizioni difficili bruciando le tappe, per questo il taglio materiale del nastro è stato affidato al capocantiere Giancarlo Pagani, dell'impresa Cdf di Piacenza (ad aggiudicarsi il cantiere è stata l'associazione temporanea d'impresa Tmg di Sondrio e Cdf di Podenzano). 

Un evento al quale hanno partecipato tantissimi cittadini di San Nicolò (il taglio del nastro si è tenuto dal lato del Comune di Rottofreno), insieme alle autorità locali: il presidente della Provincia Francesco Rolleri, la vice Patrizia Calza, il sindaco di Rottofreno Raffaele Veneziani, la vice sindaco del Comune di Piacenza Elena Baio, il sindaco di Calendasco Francesco Zangrandi, il prefetto Maurizio Falco, il questore Salvatore Arena e il comandante provinciale dell'Arma Corrado Scattaretico

La consegna del cantiere si è tramutata in un momento di festa per tutti i cittadini dei Comuni interessati dall'intervento, che hanno simbolicamente ripreso possesso del ponte con una camminata lungo la struttura, prima della riapertura al passaggio delle auto. Il sindaco Veneziani ha infine affidato ai due bimbi di San Nicolò, Anna e Niccolò, il discorso ufficiale perché proprio alle giovani generazioni sarà affidato il nuovo viadotto

Ricordiamo che il cantiere per il consolidamento delle pile continuerà anche nelle prossime settimane.

"La riapertura del ponte recherà un grande sollievo alla popolazione interessata, desidero ringraziare i piacentini per la pazienza dimostrata - dice il presidente Rolleri - e anche i commercianti che hanno visto un drastico calo delle vendite. Siamo riusciti a rispettare l'impegno addirittura anticipando i termine della fine dei lavori".

"Dobbiamo anche ringraziare i lavoratori che hanno operato sul cantiere, grazie a loro abbiamo raggiunto questo risultato in 101 giorni contro i 104 previsti - ricorda Rolleri -. Ricordo che durante l'estate sono state diffuse 10 allerte meteo per caldo eccessivo. Se in quelle giornate si fosse deciso di sospendere i lavori nessuno avrebbe avuto da ridire, invece gli operai hanno lavorato ugualmente consentendo al nostro territorio di poter usufruire del ponte in anticipo". 

"Siamo davvero contenti che sia stato possibile non solo rispettare i tempi ma anticipare la riapertura del ponte, perché nelle ultime due settimane si erano moltiplicati gli incidenti - dice il primo cittadino di Rottofreno, Raffaele Veneziani -, grazie quindi all'impresa che ha eseguito l'intervento. Credo sia stato importante aver gestito in maniera efficace la viabilità alternativa e le altre opzioni, come quella dei collegamenti ferroviari che hanno avuto un gran successo. Adesso spero che al Regione dia risposta positiva alla nostra richiesta di mantenere almeno 5 dei 14 treni utilizzati in questi 3 mesi, perché sarebbe un peccato disperdere quella che è diventata ormai una abitudine". 

TAGLIO DEL NASTRO



IL PROGETTO - Consolidamento di pile, spalle e volte del ponte, rimozione dei parapetti esistenti e installazione di nuove barriere stradali di sicurezza, demolizione sovrastruttura stradale e soletta, collocazione di una nuova dorsale acquedottistica di interesse provinciale, posa di nuova linea elettrica e fibre elettriche interrate, allargamento simmetrico della sede stradale e realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale protetta sul lato verso il monte. 

L'importo di spesa è stato di 3 milioni e 500 mila euro, finanziati da Regione Emilia Romagna e Anas. La Provincia ha stanziato 400 mila euro. 

Per quanto riguarda il servizio di Trasporto Pubblico Locale svolto da Seta, a partire da domenica 10 settembre avranno termine le deviazioni di percorso attivate per le linee E3/8, E4, E5, E6, E7 E11, E14, che riprendono così i loro regolari percorsi.

Viene inoltre soppresso il servizio navetta attivato tra San Nicolò e Piacenza.

Fino a giovedì 14 settembre il servizio di trasporto pubblico osserverà l’orario estivo; l’orario invernale sarà in vigore da venerdì 15 settembre. Ulteriori informazioni possono essere reperite sul sito internet di Seta (www.setaweb.it), oppure contattando il servizio di informazioni telefoniche al numero 840 000 216.

IL VIDEO SUL PONTE
Commenti (13)

-


-


-


-


-


-


-


-


-


-


-


-


-

Inserisci commento: