Chiudi X
19 maggio 2017
Squadra Mobile, Blasco lascia Piacenza: "Tre anni meravigliosi" VIDEO
19 maggio 2017
Salvatore Blasco
Dopo tre anni e mezzo lascia Piacenza Salvatore Blasco, dirigente della squadra mobile della questura. Andrà a ricoprire lo stesso incarico a Livorno.

Originario di Catanzaro, Blasco, era arrivato nella nostra città nel dicembre del 2013 dalla questura di Genova. Per lui anche un passato da giornalista, come collaboratore della Gazzetta dello Sport, e di avvocato, prima di frequentare la scuola superiore di polizia.

Tante le indagini seguite e concluse in questi anni, dall'omicidio del professore Adriano Manesco, al delitto all'interno del ristorante cinese di via Passerini, al tentato omicidio nel dicembre 2014 dopo una lite in Piazza Cavalli.

A queste si aggiungono importanti operazioni come quella denominata "Good News", che ha permesso permesso di scoprire un gruppo criminale in grado di procurare finti rapporti di lavoro e documenti falsi in cambio di soldi, fino ai recenti arresti di un "boss" dello spaccio di cocaina che si muoveva nelle campagne di Piacenza ed era sfuggito alla cattura in una maxi inchiesta, e della banda specializzata in colpi ai negozi Unieuro capace in pochi mesi di un bottino di un milione e 300mila euro.

"Sono stati tre anni meravigliosi e intensi - ha detto Blasco nel suo saluto - abbiamo ricostituito una sezione narcotici che sta avendo risultati importanti; ricordo i tanti omicidi risolti, le rapine sventate, gli arresti in tema di spaccio di stupefacenti".

"La squadra mobile ha saputo fare gruppo e ripartire dopo una situazione di crisi: oggi lascio un gruppo vivo, il nuovo dirigente troverà una squadra mobile stimata e a cui la cittadinanza sento che vuole bene".

L'INTERVISTA A SALVATORE BLASCO

Commenti (3)

-


-


-

Inserisci commento: