Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
13 ottobre 2017
A Confapi Industria focus sul contratto nazionale Unionmeccanica
13 ottobre 2017
Metalmeccanici
Sanità, previdenza integrativa e flexible benefits. Queste le principali novità del contratto nazionale Unionmeccanica che verrà presentato giovedì 19 ottobre, dalle 14, presso la Sala Convegni di Confapi Industria Piacenza.

L’incontro, organizzato da Confapi Industria Piacenza in collaborazione l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Piacenza, illustrerà le novità del contratto che a livello nazionale interessa 360mila lavoratori per oltre 34mila Pmi.

"L'accordo - illustra il presidente di Unionmeccanica Piacenza Roberto Gatti - ratificato a Roma lo scorso 2 ottobre da Confapi e dalle sigle sindacali Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil, concilia gli interessi delle aziende e dei lavoratori. Rappresenta uno strumento innovativo e di maggiore competitività per le imprese tutelando allo stesso tempo anche gli addetti. Tra le principali novità dell’accordo rientra, infatti, l’introduzione di maggiori benefits per i lavoratori in materia di formazione, previdenza integrativa, tutela sanitaria e sicurezza”.

Ad illustrare nel dettaglio il contratto interverrà Raimondo Giglio, responsabile Area Relazioni Industriali di Api Torino.

Durante il workshop non si parlerà solo del contratto nazionale Unionmeccanica ma anche dell’importante ruolo di rappresentanza svolto da Confapi. Sono, infatti, ben 83mila le imprese che applicano i contratti di categoria Confapi per un totale di 800mila addetti.

"La Confederazione nazionale, che quest’anno festeggia settant’anni di attività - dichiara il direttore di Confapi Industria Piacenza Andrea Paparo - ha costituito, insieme alle maggiori sigle sindacali e a Federmanager, un solido e ampio sistema di enti bilaterali, presentati nel corso dell'incontro dal direttore di PMI Welfare Manager Armando Occhipinti, che hanno come obiettivo quello di fornire servizi di welfare aziendale, sostegno al reddito, previdenza complementare, formazione, salute e sicurezza. Tra questi rientra il Fapi, Fondo Formazione Pmi".

"L’importanza della formazione gratuita per migliorare la competitività delle Pmi e offrire una garanzia occupazionale ai lavoratori verrà illustrata dal direttore del Fapi, Giorgio Tamaro".

L’incontro è valido per i crediti formativi dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro.
 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: