Chiudi X
14 settembre 2017
Domani prima campanella, riapre la materna Vaiarini intitolata a Rita Cervini
14 settembre 2017
la rinnovata scuola Vaiarini
Primo giorno di scuola, visite del sindaco e dell’assessore Opizzi. Intitolazione della materna Vaiarini a Rita Cervini

Venerdì 15 settembre, in occasione del primo giorno di scuola, il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri e l’assessore alle Politiche scolastiche ed educative Erika Opizzi porteranno il saluto dell’Amministrazione comunale in alcuni istituti cittadini.

Alle 10.15 saranno accolte da insegnanti e alunni presso la primaria di Mucinasso, mentre alle 11.15 circa faranno visita alla sede di via Piatti della media Dante – Carducci.

Alle 12, infine, presso la materna Vaiarini che riprende l’attività dopo il periodo di chiusura per i lavori di ristrutturazione, avrà luogo la cerimonia di intitolazione del plesso a Rita Cervini, fondatrice, nel 1945, della sezione piacentina del Centro italiano femminile e, nell’aprile 1946, prima donna eletta in Consiglio comunale.

Accanto al sindaco Barbieri, interverranno la dirigente scolastica dell’ottavo circolo Sabrina Mantini, per Iren – che ha contribuito all’intervento di recupero della struttura – il coordinatore della Comunicazione per l’Area Emilia Fabrizio Gaudio e i familiari di Rita Cervini. La benedizione di rito sarà affidata al parroco di San Corrado, don Severino Mondelli. 

IL SALUTO AGLI STUDENTI DEL DIRETTORE DELL'UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE

Scuola. Al via domani l'anno scolastico 2017/18: prima campanella in Emilia-Romagna per 548mila alunni, quasi 52mila insegnanti e oltre 14.300 collaboratori scolastici, assistenti amministrativi e tecnici

Il presidente Bonaccini a Mondaino (Rimini) e Carpi (Modena) per i complessi scolastici riqualificati e ampliati, l'assessore Patrizio Bianchi all'Istituto Aldini Valeriani Sirani di Bologna. Il video messaggio agli studenti dell'assessore regionale alla Scuola

Bologna - Prima campanella in Emilia-Romagna. Tornano a scuola domani i 548 mila alunni, 362 dirigenti scolastici, 51.749 insegnanti e 14.320 collaboratori scolastici, assistenti amministrativi e tecnici impegnati nel sistema regionale.

Un saluto e un augurio a tutti gli studenti e i docenti giunge dall’assessore regionale alla Scuola, Patrizio Bianchi, contenuto in un video messaggio pubblicato oggi sul sito della Regione: “L’inizio della scuola deve essere un momento gioioso perché si ritorna insieme, si ritrovano gli amici degli anni passati e se ne incontrano dei nuovi: bisogna vivere la scuola come un momento di comunità, perché le persone che si incontrano nella scuola poi rimangono di riferimento per tutta la vita. La scuola- aggiunge l’assessore-  è il luogo in cui si deve apprendere e in cui si deve insegnare, e questa capacità è oggi straordinariamente importante.

Oggi ci sono una quantità di strumenti per comunicare, e questo può aprire anche a modi nuovi di apprendere. Ma la scuola ora serve più di prima, perché serve per orientarsi, serve per avere le idee e le parole per dirlo. Perché a volte non basta un tweet, bisogna avere le parole e quelle ce le insegnano i secoli di letteratura e di storia che abbiamo alle spalle”.

IL SALUTO DELL'ASSESSORE REGIONALE PATRIZIO BIANCHI
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: