20 marzo 2017
Assigeco lotta ma si deve arrendere a Mantova (96-80)
20 marzo 2017
in campo
UCC ASSIGECO PIACENZA LOTTA PER TRE QUARTI MA È COSTRETTA AD ARRENDERSI A MANTOVA

DINAMICA GENERALE MANTOVA – UCC ASSIGECO PIACENZA 96-80
(23-29, 27-15, 18-12, 28-24)


Mantova: Daniels 4, Morello ne, Bryan, Gergati 3, Corbett 17, Amici 14, Casella 18, Candussi 10, Timperi, Giacchetti 21, Vencato 9, Rinaldi. All.: Martelossi.

Piacenza: De Nicolao 8, Hasbrouck 8, Zucchi ne, Gaadoudi ne, Dincic 3, Persico ne, Infante 8, Formenti 30, Raspino 23, Costa ne, Borsato. All.: Andreazza.

Al PalaBam di Mantova arriva un’Assigeco Piacenza ringalluzzita dalla bella vittoria contro l’Alma Trieste ma che ha dovuto fare i conti in settimana con il pesante addio di Bobby Jones costretto a rescindere il proprio contratto per fare ritorno negli USA per un grave problema familiare.

I padroni di casa della Dinamica Generale, invece, sono reduci dalla sconfitta di Roseto nell’ultima giornata e sono decisi a difendere l’ottavo posto (ultimo disponibile per la qualificazione ai playoff) in graduatoria (in coabitazione con Verona) dall’attacco proprio dell’Assigeco distanti soli 4 punti.

Parziale di 9-2 per Mantova per iniziare la partita con 5 punti di Corbett. Piacenza non si scompone troppo e si riporta subito a contatto guidata dalle triple di Hasbrouck e Raspino. Nel mezzo il fallo antisportivo subito da De Nicolao e l’Assigeco trova il primo vantaggio della partita al 6’ grazie al bel movimento in post basso di Dincic (14-15).

Piacenza subisce forse un po’ troppo nella sfida a rimbalzo (13-6 il computo in favore di Mantova) ma trova delle percentuali stellari al tiro (5/8 da due e 5/7 da tre), con un Formenti da 8 punti in neanche 3 minuti uscendo dalla panchina.
Il primo quarto vede i biancorossoblu in vantaggio 23-29.

Ad inizio secondo quarto si rifanno sotto gli Stings arrivando ad impattare la partita a quota 31 grazie ai liberi di Vencato. Dall’altra parte è pronta la risposta degli ispirati Formenti (14 punti)  e Raspino (13 punti) per il nuovo vantaggio Assigeco sul 35-39 al 16’.

L’ingresso dalla panchina di Casella (10 punti) dà nuovo ossigeno all’attacco mantovano con la Dinamica Generale che si riporta a +6 al 18’ (45-39). Distanza che viene mantenuta sino all’intervallo lungo: 50-44 per gli Stings.

Al rientro dagli spogliatoi Mantova prova ad allungare portandosi sul nuovo massimo vantaggio: +10 (54-44 al 22’). Hasbrouck tiene in vita Piacenza con 5 punti consecutivi, Borsato serve un’assist d’oro a Formenti e l’Assigeco torna nuovamente a -5.

Seguono diversi minuti in cui le due squadre faticano tremendamente a trovare la via del canestro con il punteggio cristallizzato sul 56-51 in favore di Mantova.

Giacchetti sblocca la situazione con 5 punti consecutivi per riportare i suoi sulla doppia cifra di vantaggio (61-51 al 28’). Vencato in chiusura di frazione firma il +12 con un appoggio da sotto: 68-56.

L’accoppiata Raspino-Formenti fa di tutto per tenere a contatto l’Assigeco ma lo scatenato Casella (18 punti) infila due canestri sanguinosi che fanno volare gli Stings a +14 (79-65) al 33’.

La partita, sostanzialmente, si chiude qui, con Piacenza incapace di ricucire il pesante gap e con gli ultimi minuti che servono solo per arrotondare le statistiche da una parte e dall’altra. Finisce 96-80 per gli Stings Mantova.

All’Assigeco non basta il miglior Formenti della stagione (30 punti per lui) e i 23 punti con 7 rimbalzi di Raspino. Il prossimo impegno vedrà i ragazzi di coach Andreazza ospitare la Bondi Ferrara al PalaBanca, sabato 25 marzo alle 20:30.


Il commento di coach Andreazza: Resettiamo e giochiamo ogni partita come fosse una finale

Complimenti a Mantova. Ha vinto meritatamente e noi eravamo ancora una volta decimati: finchè abbiamo avuto l’energia fisica e mentale per contrapporre qualcosa, l’abbiamo fatto.
Tuttavia sono orgoglioso della prestazione dei miei ragazzi perché 80 punti segnati al PalaBam non sono facili da fare e noi ci abbiamo messo tattica e qualche giocata bella in attacco, anche senza il nostro migliore marcatore.

Ci aspettavamo che Martelossi potesse far fare una staffetta su Hasbrouck come ha effettivamente fatto, con due giocatori che stimo tantissimo e reputo tra i difensori migliori della categoria, Giachetti e Vencato (quest’ultimo che conosco molto bene essendo cresciuto in Assigeco).

Noi abbiamo ritrovato, dal canto nostro, l’ottima verve di Formenti, che sarà un giocatore fondamentale per noi da qui alla fine del campionato, e la rinnovata buona prestazione di Raspino, che sta facendo un campionato di grandissimo spessore.

Purtroppo una volta finite le energie anche la concentrazione è venuta meno e quindi, a questa stregua, ammetto che il punteggio finale ha un divario accettabilissimo. Peccato solo che nel terzo quarto, quando Mantova stava facendo un po’ di fatica, abbiamo sbagliato 4 o 5 posizioni aperte, quindi abbiamo smesso un po’ di crederci.

A 5 giornate dalla fine non ci sono più partite tra la prima in classifica e l’ultima, la seconda o la terza: tutti si giocano qualcosa e non è un luogo comune dire che si giocheranno 5 finali; Mantova si gioca un accesso ai playoff, noi dobbiamo guardarci dietro e cercare di resettare.

Probabilmente già da domani inseriremo un nuovo giocatore che ci potrà dare verve, fisicità ed esperienza vicino al canestro, dove in questo momento non è facile rimpiazzare Bobby Jones.
Se le qualità morali dei miei giocatori saranno ancora queste per le prossime sfide e riusciremo ad inserire nel più breve tempo possibile questo nuovo giocatore, penso che potremo chiudere con una salvezza tanto meritata quanto aspettata, perché ogni settimana è sempre più difficile fare il nostro lavoro, essendoci sempre qualcuno fuori per infortunio ed ogni settimana ritrovarci con una novità negativa.

Basta, però, guardare al passato: ci giocheremo ognuna delle prossime cinque partite come fossero una finale, resettando ogni volta e ricaricando il più possibile le energie, provando a portarne via il massimo concesso.

Rinnovo i complimenti agli Stings: credo che se riusciranno a fare tesoro di questa bella vittoria e a compattarsi, potranno essere una squadra che ai play off darà seriamente del filo da torcere alle avversarie.


 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: