Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
20 marzo 2017
Assegnati (in via provvisoria) i lavori al ponte sul Trebbia: 105 giorni di cantiere
20 marzo 2017
Ponte sul Trebbia
Ristrutturazione ponte sul Trebbia, tra Piacenza e San Nicolò, sono stati assegnati in via provvisoria i lavori da eseguire nell'estate prossima.

L'aggiudicataria è un'Ati (associazione temporanea di imprese) scelta fra le 10 offerte pervenute: è formata dalla Bsf di Parma, Emiliana Conglomerati e Vetrucci di Lugagnano, quest'ultima la capogruppo mandataria. 

I lavori di cantiere previsti nell'offerta sono 105.

In Provincia erano arrivate 10 offerte per l'aggiudicazione dell'intervento. La commissione esaminatrice ha assegnato i lavori in via provvisoria dopo l'esame dei contenuti tecnici ed economici delle diverse offerte economiche. 

LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DEL PONTE SUL TREBBIA.  APERTURA OFFERTE ECONOMICHE - La nota stampa
Nelle offerte anche la riduzione del tempo di chiusura.
 
Piacenza – Si è svolta oggi pomeriggio, lunedì 20 marzo 2017, in seduta pubblica, l’apertura delle offerte-tempo (riduzione del tempo di chiusura del ponte) e delle offerte economiche presentate dalle ditte partecipanti alla gara per i lavori di riqualificazione dello storico ponte sul Trebbia.
In seguito all’esclusione di una delle dieci ditte finora ammesse alla gara, si è proceduto all’apertura delle nove offerte riguardanti la riduzione dei tempi di chiusura al transito e il ribasso d’asta proposto.

Trattandosi di una gara pubblica con il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa, i punteggi finali sono stati calcolati sommando i punteggi ottenuti nella parte tecnica con quelli derivanti dall’offerta tempo e dall’offerta economica.

La migliore offerta complessiva è risultata quella presentata dall’Associazione Temporanea di Imprese (A.T.I.) formata dalle ditte Vetrucci di Lugagnano Val d’Arda (Capogruppo mandataria), Emiliana Conglomerati di Reggio Emilia (mandante) e BSF di Parma, con un ribasso del 28,560% e una riduzione del tempo di chiusura di 10 giorni.

I ribassi proposti si sono collocati fra un minimo di 8,160% e un massimo di 37,140%.

Si procede ora, ai sensi di Legge, alla richiesta di giustificazioni all’A.T.I. risultata migliore offerente, in merito alle prestazioni proposte e al ribasso offerto.

L'intervento sul ponte - Consolidamento di pile, spalle e volte del ponte, rimozione dei parapetti esistenti e installazione di nuove barriere stradali di sicurezza, demolizione sovrastruttura stradale e soletta, collocazione di una nuova dorsale acquedottistica di interesse provinciale, posa di nuova linea elettrica e fibre elettriche interrate, allargamento simmetrico della sede stradale e realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale protetta sul lato verso il monte. 

Alcuni aspetti architettonici sono stati concordati con la Soprintendenza. Tra questi la ricostruzione delle cordolature esterne originarie.  Il tempo previsto di realizzazione 270 giorni, tempo di chiusura al traffico 115 giorni, con lavori svolti su turni. 

L'importo di spesa è di 3 milioni e 500 mila euro, finanziati da Regione Emilia Romagna e Anas. La Provincia stanzierà 400 mila euro.
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: