Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
12 ottobre 2017
Lo accoltella in strada, poi lancio di bottiglie nel bar. Arrestato 18enne
12 ottobre 2017
il coltello sequestrato dalla polizia
Lo accoltella in strada, poi la furibonda lite prosegue fuori e dentro a un bar, con lancio di bottiglie e oggetti.

Il fatto di sangue è avvenuto ieri sera a Piacenza, in via Marinai d'Italia (zona Peep). Sul posto le volanti della polizia che hanno bloccato un 18enne italiano di origine tunisina, finito agli arresti per lesioni aggravate e denunciato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e porto di oggetti atti all'offesa.

In ospedale è finito il "rivale" del giovane, un 26enne marocchino, colpito da due fendenti, uno al fianco e l'altro alla coscia. Non si trova in pericolo di vita, ma la prognosi è ancora in corso di valutazione. 

I FATTI- Secondo quanto ricostruito dagli agenti, il diverbio è iniziato intorno alle 20.30, all'esterno di una pizzeria di via Marinai d'Italia, dove il 26enne marocchino stava aspettando la moglie in compagnia di un cugino, un suo connazionale di 37 anni.

Lì hanno incontrato il 18enne, loro conoscente, e avrebbero iniziato a prendersi a male parole per futili motivi. Secondo il racconto dei due cugini, ad un tratto il ragazzo avrebbe estratto un coltellino (FOTO), colpendo alla coscia il 26enne, che ha iniziato a fuggire. Lo avrebbe quindi inseguito, ferendolo una seconda volta al fianco.

Subito dopo l'aggressore ha raggiunto un bar, a pochi metri di distanza dal primo locale. La titolare ha raccontato agli operatori delle forze dell'ordine di averlo visto entrare di corsa, raggiungere il frigorifero, prelevare due bottiglie e poi tornare all'esterno, dove le ha scagliate contro i due rivali che stavano sopraggiungendo.

Il lancio di oggetti (un tavolino e un bidone posacenere) è poi proseguito all'interno, fin quando il 18enne ha preso un grosso coltello da cucina dal bancone del locale, inveendo contro i due stranieri. È iniziato il fuggi fuggi degli avventori, ma nel mentre è arrivata la polizia, che ha intimato al giovane di riporre l'arma, riuscendo a farsi ascoltare.

La situazione era ancora molto tesa e il 18enne è stato subito portato all'esterno, così da separarlo dagli altri litiganti. Quando ha capito che l'avrebbero perquisito ha fatto cadere a terra un pacchetto di sigarette. La mossa non è sfuggita però ai poliziotti che l'hanno subito recuperato, scoprendo che all'interno erano custodite diverse dosi di marijuana già confezionate (circa 2 grammi) e di hashish (6,6 grammi).

Nel frattempo il ferito è stato soccorso dall'ambulanza, che l'ha trasportato all'ospedale cittadino. Gli agenti, nel corso del sopralluogo, hanno trovato nel anche un coltellino con il manico grigio, sporco di sangue; presumibilmente lo stesso che il giovane aveva in tasca e con cui si era scagliato contro l'avversario.

Tracce ematiche sono state rinvenute anche sul coltello da cucina, anche se non e ancora chiaro se sia stato utilizzato a sua volta nella lite. Le indagini della Questura, volte a chiarire la dinamica dei fatti, sono ancora in corso. Il 18enne, con alle spalle diversi precedenti penali, oggi comparirà in Tribunale per il processo per direttissima
Commenti (14)

-


-


-


-


-


-


-


-


-


-


-


-


-


-

Inserisci commento: