Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
10 ottobre 2017
Pro, manca la vittoria: col Cuneo episodi penalizzanti TOP e FLOP
10 ottobre 2017
Il tecnico Pea (Foto propiacenza.it)
Manca ancora la vittoria il Pro Piacenza, tre punti che latitano dalla prima giornata nella sfida con la Giana Erminio.

Da allora tre pareggi e tre sconfitte che hanno portato i rossoneri in piena zona play-oout.

Oltre al gioco ed alle occasioni create la squadra di Pea è vittima degli episodi: ancora due reti annullate, come contro l’Olbia, ed un rigore prima concesso e poi negato.

Nel complesso il Pro conferma la difficoltà offensive, anche se con il modulo 4-3- 3 sembra più adatto ai giocatori a disposizione attualmente in rosa.

I TOP - La prestazione di Danilo Alessandro è senz’altro degna di nota. Un gol da antologia nel momento più difficile della squadra ed una partecipazione continua in tutte le azioni offensive più pericolose. Forse avvantaggiato da un modulo più offensivo, o pungolato dall’arrivo di Musetti, l’attaccante romano ha mostrato il suo volto migliore.

Si è assistito nel complesso ad una squadra che ha rischiato poco dinnanzi al Cuneo che presentava due punte di ruolo come Zamparo e Dell’Agnello; la fase offensiva è andata a sprazzi con un secondo tempo giocato su ritmi alti solo negli ultimi quindici minuti, sufficienti però a creare grattacapi alla difesa piemontese.

Ogni qual volta i padroni di casa sono riusciti a sfondare sulle fasce, hanno sempre creato qualcosa di buono.

I FLOP - La cattiva sorte sicuramente sta accompagnando in questa fase i rossoneri. Certo è che la capacità realizzativa ancora non è sufficiente: Monni e Mastroianni sono ancora a secco mentre Bazzoffia ed Alessandro non sono bomber nati. Si attende la piena forma di Musetti per cercare di elevare la concretezza in zona gol e offrire maggiori palloni giocabili agli attaccanti.

In difesa ancora una volta si è avuta qualche disattenzione letale. Se con l’Olbia era stato troppo morbido l’intervento di Belfasti sulla rete di Ragaztu, stavolta il buco di Messina sulla destra ha spianato la strada al duo Testoni-Dell’Agnello.

Per una squadra che soffre tremendamente in zona gol, le amnesie della retroguardia sono ancor più pesanti. Foto propiacenza.it

Giancarlo Tagliaferri
Commenti (5)

-


-


-


-


-

Inserisci commento: