Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
19 aprile 2017
Pro Piacenza, residue speranze play-off contro la sorpresa Giana
19 aprile 2017
Fulvio Pea (foto propiacenza.it)
Tre sconfitte consecutive per il Pro Piacenza, che vede sfuggire il decimo posto ora distante tre punti ed occupato dalla Lucchese: i toscani con Diego Lopez in panchina hanno cambiato marcia nelle ultime giornate con due pareggi e due vittorie che hanno permesso ai rossoneri di tornare in corsa per il nono posto.

PROBLEMA OFFENSIVO - Due sole reti in sei incontri hanno inevitabilmente segnato l’andamento della squadra di Pea che, trasferta di Roma a parte, è uscita sconfitta dai match con Lucchese, Livorno, Piacenza e Como; pesa soprattutto la scarsa condizione del duo Pesenti-Musetti ed il calo di forma di Barba e di Bazzoffia che stanno accusando un rallentamento di condizione dopo essere stati tra gli artefici della rimonta in classifica.

Se si eccettua il derby con i biancorossi, nel quale i rossoneri hanno subito a centrocampo l’assenza di Aspas, il Pro è riuscito a mantenere un buon livello di gioco come testimoniato dall’ultima uscita con il Como nel quale solo le imprecisioni sotto porta e la maggior qualità offensiva dei lariani ha permesso agli ospiti di portare a casa tre punti chiave per la classifica. 

Forse l’aver conseguito con largo anticipo la salvezza diretta, ben oltre gli obiettivi minimi stagionali, può aver inconsciamente rallentato la corsa dei rossoneri, chiamati nelle ultime tre giornate di campionato a chiudere in bellezza una stagione comunque nettamente positiva per coltivare le residue speranze di play-off.

GIANA SOPRESA - Prossimo impegno per il Pro Piacenza (sabato 18.30) la trasferta di Gorgonzola contro la più grande sorpresa della stagione, la Giana Erminio di Cesare Albè protagonista di un girone di ritorno sensazionale con 33 punti e 9 risultati utili consecutivi che ne hanno fatto la migliore formazione insieme alla Cremonese.

Giocano a memoria i biancoazzurri lombardi, forti di un collaudato 3-5-2 in cui spicca il bomber Salvatore Bruno (16 reti senza battere rigori) nonchè i bravi centrocampisti Chiarello, Iovine ed Augello che fanno della formazione milanese l’undici con il calcio migliore di tutto il girone; ma se in trasferta la Giana ha un passo da promozione con nove successi e 31 reti segnate (miglior attacco), in casa tra le mura amiche sono solo 7 le vittorie in 17 incontri con appena 23 reti realizzate e 18 subite, numeri che lasciano sperare il Pro di avere qualche spazio per fare punti in una trasferta che pare comunque proibitiva con i padroni di casa che devono riscattare l’inaspettato stop di Pontedera che ha rallentato provvisoriamente la corsa al terzo posto.

Giancarlo Tagliaferri
Commenti (1)

-

Inserisci commento: