Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
15 settembre 2017
Vaccini, Tarasconi e Molinari (Pd): “Sfida aperta sul piano culturale e informativo”
15 settembre 2017
Vaccini (repertorio)
Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa dei consigliere regionali di Katia Tarasconi e Gian Luigi Molinari (Pd) sulla situazione dei vaccini in Emilia Romagna e a Piacenza.

La nota stampa - In Emilia-Romagna il 92,4% dei bambini è già in regola. Piacenza arriva al 91,6%. I consiglieri regionali: “Bene la campagna della Regione che per prima ha approvato la legge passata a livello nazionale. Rinnoviamo l’impegno comune a far veicolare una comunicazione corretta sul tema, per migliorare ancora i dati sulla copertura vaccinale, non solo sul nostro territorio, ma su tutta la regione”.

Con il suono della campanella torna alta l’attenzione sul tema delle vaccinazioni e l’obbligo di mettersi in regola per l’iscrizione dei bimbi ai nidi. “Alle famiglie – ricordano i consiglieri regionali Pd Katia Tarasconi e Gian Luigi Molinari - è già stata inviata direttamente a casa la lettera con il relativo appuntamento per effettuare le vaccinazioni o i richiami mancanti. Siamo fiduciosi del fatto che Piacenza possa sollevare ulteriormente la percentuale dell’attuale 91,6%, se si continuerà sulla linea di una comunicazione corretta verso le famiglie, soprattutto quelle più dubbiose”.

Secondo i dati, oltre 171.600 hanno completato l’intero ciclo vaccinale previsto per accedere a nidi e materne. Circa 14.000 (7,6%) quelli convocati dalle Aziende sanitarie per ultimare le vaccinazioni. Nello specifico, Piacenza arriva a 91,6%; Parma a 93,5%; Reggio Emilia a 93,8%; Modena a 93,4%; Bologna a 93%; Imola a 93,6%; Ferrara a 92,6%; Ravenna a 94,4%; Forlì a 91,5%; Cesena a 90%; Rimini a 84,2%.

“Sulla questione vaccinale, che abbiamo sempre definito una scelta di civiltà oltre che un dovere sociale - sottolineano Tarasconi e Molinari - si è sviluppato maggiormente il dibattito e l’attenzione dell’opinione pubblica nei mesi scorsi, durante l’iter di approvazione della legge di riforma dei servizi educativi 0-3 anni. Il preoccupante calo delle coperture vaccinali e l’emersione di allarmanti episodi clinici, sono tra le conseguenze di campagne anti-vaccini, spesso veicolate dal web e dai social, che hanno fatto leva sulle ansie e le paure più profonde dei genitori, ma che sono prive di qualsiasi fondamento scientifico. Partendo da qui - ricordano ancora i consiglieri - la Regione ha realizzato una capillare campagna di informazione, anche grazie al prezioso contributo di esperti come il dott. Burioni; inoltre sono stati realizzati specifici siti con tutte le informazioni utili, dove sono anche pubblicate alcune risposte alle domande più frequenti come, per esempio, www.ascuolavaccinati.it”.

“Manifestiamo quindi soddisfazione sui risultati, ma siamo al contempo convinti che questo sia solo l’inizio di un percorso che porterà a un ulteriore miglioramento dei dati, continuando a mettere a disposizione dei genitori tanti strumenti per capire e per mettersi in regola con le certificazioni richieste.  Rinnoviamo, infine, l’impegno comune nel far veicolare le notizie corrette ed evitare inutili allarmismi: la sfida si gioca tutta sul piano culturale e informativo”.
Commenti (1)

-

Inserisci commento: