28 settembre 2016
Enogastronomia ma anche metalmeccanica, prove di business tra Ucraina e Piacenza
28 settembre 2016
L'incontro al Consorzio di Piacenza Alimentare
L'incontro al Consorzio di Piacenza Alimentare
Prove di business tra Ucraina e Piacenza, grazie alla mediazione di Confindustria e il consorzio Piacenza Alimentare. La sede dell'associazione industriali ha ospitato la visita in Italia di una delegazione di 11 imprese ucraine, coordinate dalla Ukrainian League of Industrialists and Entrepreneurs, la principale associazione industriale del Paese, insieme ad alcuni rappresentanti del parco industriale di Bila Tservka. Dopo la presentazione delle opportunità di investimento e collaborazione con l’Ucraina, si è tenuta una sessione di incontri bilaterali tra le imprese ucraine e le imprese piacentine.

"Questa oppurtunità è nata da incontri precedenti che ci hanno consentito di entrare in contatto con l'equivalente della nostra Confindustria - spiega Sante Ludovico, presidente del Consorzio Piacenza Alimentare -, e questo sicuramente aiuterà le nostre imprese a entrare in contatto con un mercato in grande espansione. Abbiamo la fortuna di poter giocare la carta del Made in Italy, stringendo rapporti e legami che potrebbero poi estendersi alla metalmeccanica. L'Ucraina è un paese molto interessato ai nostri prodotti, e per l'agroalimentare parliamo di vini, formaggi e salumi, e anche alle nostre tecnologie". 


"L'incontro di oggi - aggiunge il console dell'Ucraina a Milano Roman Goriainov - servirà a far si che gli uomini d'affari ucraini e piacentini possano conoscersi meglio, scambiare idee e progetti, in modo da poter capire quali tipi di affari e di rapporti possano stringere tra di loro. Perché Piacenza? Piacenza rappresenta per noi un territorio molto importante, per il ruolo che svolge nel campo dell'agricoltura, dell'industria e per il suo essere centro turistico. Questi uomini d'affari vogliono stringere le più strette relazioni possibili con Piacenza e l'Emilia Romagna". 

"In prima battuta l'incontro di oggi servirà a fare chiarezza sulla situazione politica del Paese - aggiunge Maria Angela Spezia, consigliere delegato all’internazionalizzazione di Confindustria Piacenza -, è un punto fondamentale questo per dare agli imprenditori piacentini la voglia e l'input per sviluppare progetti di collaborazione. E' molto importante quello che ha detto il console Goriainov: dobbiamo approfondire la conoscenza e da qui partire per delle basi di cooperazione comune". 

 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: