Chiudi X
10 gennaio 2017
Coldiretti, a Travo approfondimento sul settore forestale
10 gennaio 2017
Foreste legno
Domanda telematica, albo regionale delle imprese forestali e obblighi per garantire la tracciabilità: questi i nuovi adempimenti in carico agli operatori del settore forestale, che verranno discussi durante l’incontro dedicato alla silvicoltura promosso da Coldiretti Piacenza ed in programma per giovedì 12 gennaio alle ore 20 presso la sala polivalente di Travo in via Anguissola 8.

Ad annunciarlo è Andrea Pompini, responsabile della filiera legno per Coldiretti Piacenza nel sottolineare l’esigenza di accendere i riflettori su questo settore, strategico per la provincia di Piacenza che può contare solo nella zona collinare e montana su oltre 65.000 ettari di territorio, che oggi si trova a vivere una forte fase di cambiamento “tecnico - operativo” certo ma anche “strutturale” per le nuove norme in materia forestale che usciranno in un futuro ormai molto prossimo.

“In collaborazione con il comune di Travo, aggiunge Giovanni Luigi Cremonesi, direttore di Coldiretti Piacenza, abbiamo deciso di realizzare questo momento di approfondimento utile allo sviluppo e alla valorizzazione di una filiera per il legno ponendo l’attenzione su una materia, quella forestale, che è d’interesse strategico sia a livello nazionale ma anche in considerazione delle indicazioni comunitarie in materia ambientale e di sviluppo sostenibile.”

Ad intervenire durante la serata oltre a Giovanni Luigi Cremonesi e ad Andrea Pompini, il responsabile dell’area fiscale Emanuele Gonsalvi ed Erminio Alborghetti del Corpo Forestale dello Stato.

Numerosi gli aspetti che verranno approfonditi: dalle diverse categorie e modalità di iscrizione all’albo regionale delle imprese forestali, alla domanda telematica, con un’attenta analisi di tutte le novità che questa introduce, passando per i controlli a cura degli enti preposti, sino al corretto trattamento fiscale dell’attività di silvicoltura, delle attività connesse come servizi in conto terzi o occasionali ed infine delle vere e proprie attività di tipo commerciale.

“Una particolare attenzione nel corso dell’incontro, conclude Pompini, verrà inoltre posta sull’argomento “Tracciabilità del legname”, nota anche come “Dovuta diligenza”, che interessa tutti gli operatori della filiera legno e che consente di offrire maggiori garanzie per l’utilizzatore finale.”
 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: