24 settembre 2016
Camusso (Cgil): "Nuovi diritti contro il lavoro povero" IL VIDEO
24 settembre 2016
Susanna Camusso
Il Segretario Generale della Cgil Susanna Camusso a Palazzo Galli a Piacenza ha discusso di “Diritti, Democrazie e Dignità”.

Il Lavoro nobilita l'uomo. Questo è l'assunto di partenza di ogni discussione a riguardo. “Se il Lavoro viene considerato come una semplice variabile di costo, viene svilito al rango di merce.” Susanna Camusso descrive un “cambiamento epocale” dove l'economia ha oggi il primato su una politica che da sempre meno spazio nella sua agenda ai temi ad esso legati.

“Bisogna ripartire dalle persone”, continua, “e dal loro diritto di vivere un'esistenza dignitosa.” Se un tempo la distinzione era tra lavoratori e disoccupati, oggi si può introdurre una nuova categoria, quella dei lavoratori poveri: a questa appartengono tutti coloro che a stento arrivano a fine mese incastrati in forme contrattuali sempre più precarie, come i voucher che “destrutturano i rapporti di lavoro.”

Proprio per sopperire alle carenze strutturali dell'attuale sistema, la Cgil ha proposto, dopo una lunga raccolta di firme, una legge di iniziativa popolare, sottotitolo: “Carta dei diritti universali del Lavoro ovvero Nuovo Statuto di tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori”, per misurarsi con i cambiamenti avvenuti nel mondo del lavoro.

Il Segretario Generale denuncia non solo la mancanza di una visione strategica di lungo periodo da parte di una politica concentrata solo sul contingente, ma anche la difficoltà nell'interloquire con il Governo e le imprese. “Bisogna rialzare la voce per proporre un disegno sociale nuovo, ma che allo stesso tempo recuperi le tutele perdute in questi anni.”

Lorenzo Basile

IL VIDEO INTEGRALE 
 
Commenti (1)

-

Inserisci commento: