22 settembre 2016
Festival del Diritto, debutta la nona edizione con il messaggio di Mattarella
22 settembre 2016
Festival del Diritto
Festival del Diritto, parte oggi venerdì 23 settembre a Piacenza la nona edizione.

Quest'anno la manifestazione appare ridimensionata rispetto al passato nel numero delle conferenze, ma anche a causa delle defezioni. Non saranno a Piacenza infatti alcuni dei personaggi più attesi alla vigilia, il magistrato Ilda Bocassini e il ministro dell'Interno Angelino Alfano.

A questo si aggiunge l'assenza del direttore scientifico Stefano Rodotà, confermata per ragioni di salute. Il professor Rodotà porterà il suo saluto videoregistrato in occasione della cerimonia di apertura alle 12 ai Teatini e con ogni probabilità saluterà il Festival domenica pomeriggio sempre collegato in videoconferenza da Roma.

La sensazione è che questa sia l'ultima edizione del Festival del Diritto con il format che si è ripetuto dal 2008 ad oggi. Il futuro della manifestazione - che non si avvarà più del contributo di Rodotà - è ancora in gran parte da scrivere.

Su PiacenzaSera.it verranno trasmesse in diretta streaming le principali conferenze del Festival.  

Le variazioni al programma per la prima giornata
 
Confermati, per la giornata inaugurale del Festival, gli appuntamenti mattutini che vedevano tra i protagonisti il coordinatore scientifico Stefano Rodotà.

In particolare, l’incontro delle 9.30 con Gennaro Carrillo a Palazzo Galli, sul tema “Umanità”, vedrà nel ruolo di moderatore Geminello Preterossi, editor della manifestazione.

Sarà invece Giuseppe Laterza a introdurre l’intervento di Tullio Gregory alle 12 alla sala dei Teatini, dove i saluti inaugurali verranno affidati al sindaco Paolo Dosi, agli stessi Laterza e Preterossi, nonché a una breve registrazione video di Stefano Rodotà. Nell’occasione, verrà data lettura del messaggio augurale del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: a dare voce alle parole del Capo dello Stato sarà una studentessa dell’Istituto Marcora di Cortemaggiore, Marika Rangognini.

Ancora da definire chi sostituirà venerdì sera a Palazzo Gotico Ilda Bocassini.

Sul sito www.festivaldeldiritto.it, accessibile dalla home page, è attiva la sezione “variazioni” che consente di verificare tutte le modifiche al programma. 

Anche la nona edizione del Festival del Diritto, come sempre proporrà, sul sito www.festivaldeldiritto.it, i file audio degli incontri inseriti nel programma principale e le dirette in streaming di alcuni appuntamenti per i quali si prevede un considerevole afflusso di pubblico.

Gli stessi eventi che saranno trasmessi via web verranno anche diffusi presso il Media Center allestito in piazza Cavalli, nonché sulla pagina Facebook festivaldeldiritto. Immagini e aggiornamenti costanti saranno garantiti anche sugli altri social network: Twitter e Instagram, entrambi con hashtag #festivaldiritto .

Venerdì 23 settembre, le riprese saranno effettuate per l’incontro con Tullio Gregory delle 11.30 alla sala dei Teatini, per l’intervento di Remo Bodei all’auditorium Sant’Ilario alle 16, per la conferenza di Gustavo Zagrebelsky alle 18.30 alla sala dei Teatini e per il ciclo “Testimoni del tempo” alle 20.30 a Palazzo Gotico.

Sabato 24, video on line e al Media Center per l’appuntamento con Thomas Casadei sul tema “Schiavitù”, alle 9.30 a Palazzo Galli, dove alle 12 verrà trasmesso anche il dibattito con Susanna Camusso. Diretta alle 16.30 da Palazzo Gotico per l’intervento del Ministro dell’Interno Angelino Alfano, alle 17.30 per l’incontro con Armando Spataro da Palazzo Galli e alle 20.30 per la conferenza di Zygmunt Bauman da Palazzo Gotico.

Per quest’ultimo evento, in particolare, sarà possibile ascoltare in diretta la traduzione simultanea in italiano, mentre in sala verranno messe a disposizione del pubblico 500 cuffie per l’ascolto individuale (con l’invito, a chi conosce la lingua inglese, a lasciare a chi ne ha necessità la fruizione di tale attrezzatura).

Domenica 25 settembre, infine, le riprese riguarderanno il dialogo tra Chiara Saraceno e Muriel Fabre-Magnan alle 11 a Palazzo Galli, nonché l’incontro con Carlo Cardia e Antonio Chizzoniti delle ore 12 all’Auditorium della Fondazione, da dove verrà trasmesso anche l’intervento di Melita Cavallo e Giovanni Maria Flick delle ore 16. Alle 18.30, in diretta dal salone monumentale di Palazzo Gotico l’appuntamento conclusivo affidato a Stefano Rodotà e Geminello Preterossi.
Commenti (4)

-


-


-


-

Inserisci commento: