23 giugno 2017
E' morto Stefano Rodotà, giurista e "padre" del Festival del Diritto
23 giugno 2017
Stefano Rodotà a Piacenza
Rodotà durante il Festival del Diritto
Rodotà durante il Festival del Diritto
Rodotà durante il Festival del Diritto
Rodotà durante il Festival del Diritto
Rodotà durante il Festival del Diritto
Rodotà durante il Festival del Diritto
Rodotà durante il Festival del Diritto
Rodotà durante il Festival del Diritto
E' morto Stefano Rodotà, illustre giurista e "padre" del Festival del Diritto di Piacenza. La notizia è stata lanciata da tutte le agenzie dopo le 19 del 23 giugno.

Rodotà aveva 84 anni e all'ultima edizione autunnale del Festival a Piacenza non aveva preso parte di persona per ragioni di salute.

A questo link l'ultimo intervento di Rodotà in VIDEO al Festival dello scorso settembre a Piacenza

 La vicenda umana e intellettuale di Stefano Rodotà si è strettamente intrecciata alla nostra città a partire dal 2008, anno della prima edizione del Festival del Diritto, organizzato con l'editrice Laterza.

LEGGI LA BIO SU WIKIPEDIA

Il cordoglio del sindaco Dosi per la scomparsa di Stefano Rodotà

Il sindaco Paolo Dosi esprime il cordoglio della comunità piacentina per la scomparsa del professor Stefano Rodotà, “con cui la nostra città – sottolinea Dosi, a nome dell’Amministrazione comunale – ha avuto il privilegio e l’onore di condividere il cammino del Festival del Diritto, di cui non è stato semplicemente il responsabile scientifico ma l’ispiratore, la guida, il punto di riferimento imprescindibile per orientarci nella complessità della società contemporanea”.

“Piacenza – prosegue il sindaco – conserverà sempre il ricordo autentico non solo di un giurista illustre e di uno dei massimi pensatori e intellettuali del nostro tempo, ma serberà cara la memoria della sua intelligenza acuta e delle sue straordinarie doti di divulgatore, capace di coinvolgere le platee e di rendere accessibili a tutti i più alti concetti.

Stefano Rodotà possedeva l’umiltà che è propria dei grandi, e credo che tra le immagini più significative che porteremo sempre nel cuore vi sia senz’altro la sua figura attorniata da giovani studenti curiosi di conoscere la sua opinione, desiderosi di porgli un’altra domanda a cui lui, anno dopo anno, non è mai stato stanco di rispondere. Alla sua famiglia vanno le condoglianze più sincere del Comune di Piacenza e del Comitato promotore, di tutto lo staff e i volontari del Festival del Diritto”. 

La morte di Stefano Rodotà, il presidente Bonaccini: "Un grande giurista, il suo pensiero sempre al servizio del pieno riconoscimento dei diritti delle persone"

"Ha sempre rappresentato una voce importante nel confronto cultura, politico e sociale"Bologna - “Un grande giurista, un intellettuale che non ha mai smesso di mettere il suo pensiero al servizio del pieno riconoscimento dei diritti delle persone”.

Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ricorda Stefano Rodotà, morto all’età di 84 anni.“Da studioso e persona impegnata in tante battaglie civili, Rodotà ha sempre rappresentato una voce importante nel confronto culturale, politico e sociale. La sua scomparsa- chiude Bonaccini- rappresenta una grave perdita per la cultura e la politica italiana”.

IN AGGIORNAMENTO
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: