Chiudi X
08 gennaio 2017
Freddo, Anpas in campo nelle zone "a rischio" di città e provincia
08 gennaio 2017
I volontari Anpas in stazione a Piacenza
I volontari Anpas in stazione a Piacenza
I volontari Anpas in stazione a Piacenza
I volontari Anpas
Anche l'Anpas provinciale in campo per l'emergenza freddo con un progetto specifico di “monitoraggio della cittadinanza fragile”.

Emergenza freddo, una coperta e qualcosa di caldo per gli "invisibili" FOTO

Il progetto, sviluppato nei mesi scorsi, vede l’attivazione di appositi mezzi e persone in caso di problematiche ambientali, legate all’abbassamento delle temperature, alla formazione di ghiaccio, a rovesci particolarmente violenti e a tutte quelle condizioni climatiche che rischiano di creare disagio alla popolazione.

Provincia sottozero: meno 10 a Villanova, meno 6 a Piacenza

A partire dalla serata di sabato Anpas Comitato di Piacenza ha attivato il servizio per i Comuni di Piacenza, in cui è presente la Pubblica Assistenza Croce Bianca presieduta da Michele Rosato, Fiorenzuola in cui è presente la P.A. Valdarda presieduta da Cristina Vedovelli e Castel San Giovanni in cui è presente la PA Valtidone del Presidente Giuseppe Borlenghi.

Nello specifico a Piacenza vengono impegnati un mezzo fuoristrada, un’ambulanza da soccorso e un auto di Coordinamento e supporto; il tutto è coordinato direttamente dal Responsabile Regionale di Protezione Civile di Anpas Emilia Romagna Paolo Rebecchi, presente fisicamente: “La Prefettura - sottolinea - ha una particolare attenzione per questi eventi e noi ci sentiamo in dovere di mettere a disposizione i nostri mezzi e il nostro personale; è utile mantenere sempre una coscienza attiva rivolta a quelli che possono essere i problemi del territorio.”

Il servizio è iniziato con un sopralluogo delle aree principalmente più a rischio come la stazione ed alcuni parcheggi cittadini e si è poi proseguito con la somministrazione di bevande calde presso le aree della Caorsana, del polo logistico e delle zone limitrofe.

L’occasione per gli operatori di Anpas - viene sottolineato - è stata utile oltre che per dare un po’ di sollievo alle persone che vivono la strada, anche per scambiare quattro chiacchiere e socializzare con persone che vivono situazioni non semplici.
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: