Chiudi X
13 luglio 2017
Tracce di vita vera nelle poesie di Silvia Burgazzi: in tanti alla presentazione
13 luglio 2017
la copertina
la presentazione
la presentazione
Silvia lo dice espressamente: scrivere è mettere il proprio orgoglio sul foglio, lì dove nessuno potrà mai intaccarlo o metterlo in discussione, lì dove le parole diventano per sempre tracce della sua vita, di lei: Silvia Burgazzi.

Queste le parole di Bruna Milani dalla prefazione della piccola raccolta di poesie di Silvia Burgazzi, presentata mercoledì 12 luglio, davanti a tante persone presso l’Atelier dei Centri Socio Riabilitativi Residenziali di Unicoop, agli Ospizi Civili di via Scalabrini a Piacenza.

Raccolta di poesie” Periodo 1991 una comunità non ancora serena, edito dalla coop sociale Officine Gutenberg, all’interno della collana “le graffette di PiacenzaSera.it”, è stato pubblicato grazie al sostegno di Carlo Bernini, che ha sponsorizzato il progetto editoriale.
 
Silvia Burgazzi, scrittrice "un po' matta e ribelle", come ama definirsi, è stata la protagonista dell'incontro aperto con il saluto della presidente di Unicoop Arlene Zioni.

Intorno a Silvia, il direttore di PiacenzaSera.it Mauro Ferri che ha condotto la presentazione, Giuseppina Cella, ideatrice del libro, Carlo Bernini che ha sostenuto il progetto, e soprattutto i familiari e numerosi amici. 

Silvia ha la passione per la poesia e da oltre 15 anni scrive di sé e, soprattutto, per sé, utilizzando questa modalità comunicativa per esprimere il proprio vissuto quotidiano, ma anche per tener traccia dei suoi ricordi di figlia, delle esperienze in struttura, dell’amato cane e delle piccole e grandi gioie o sofferenze che hanno particolarmente segnato la sua vita.

Nel corso dell'incontro Silvia ha spiegato il suo amore per la scrittura poetica, il momento dell'ispirazione e i suoi temi prediletti, che spaziano dalla tristezza alla gioia, prendendo spunto dalla vita di tutti i giorni.

Grande l'emozione quando il nipote Ismail e Susy Stragliati hanno letto alcune delle poesie della raccolta. La presentazione si è conclusa con la proiezione di un video con le foto di Silvia e un omaggio floreale, che ha sancito il grande abbraccio collettivo di tutti i suoi conoscenti.
 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: