Chiudi X
17 maggio 2017
Successo di pubblico per la prima del Festival "“Incó_ntemporanea"
17 maggio 2017
Alcune immagini della serata
Alcune immagini della serata
Alcune immagini della serata
Alcune immagini della serata
Sabato 13 maggio è stato inaugurato “incó_ntemporanea”, primo festival di musica contemporanea a Piacenza, ideato dall’ensemble collettivo_21, con la direzione artistica di Claudia Ferrari.

Una serata non convenzionale per questo tipo di repertorio innanzi tutto a partire dalla location, la limonaia e il giardino di Palazzo Ghizzoni Nasalli, splendida residenza in centro città. Il collettivo_21 ha voluto creare un’occasione di festa, oltre che un concerto, per dare modo anche a un pubblico nuovo di avvicinarsi a un genere musicale non sempre facile da approcciare.

“Scegliamo sempre con attenzione i programmi dei nostri concerti, adattandoli ai contesti e cercando di offrire al pubblico un vero e proprio percorso, un’esperienza d’ascolto che sia coinvolgente” spiega Lorenzo Di Marco, flautista del quintetto di fiati protagonista della serata con l’ensemble di percussioni Tempus Fugit.

Il repertorio del concerto di sabato sera spaziava da grandi nomi del Novecento - come le Sei Bagatelle di Ligeti, molto ben interpretate dal collettivo_21 - fino a composizioni più recenti, tra cui una scritta dal giovane Luca Brignole in occasione del call for scores lanciato dall’ensemble lo scorso marzo.

La grande energia dei Tempus Fugit e l’ottimo equilibrio dei fiati si sono poi fusi nel pezzo finale, un arrangiamento originale firmato da Lorenzo Moretto (sax, collettivo_21) di Liebertango, grande classico di Piazzolla.

È stato proprio questo a dare il via alla jam session che ha aperto la seconda parte della serata, in cui il numeroso pubblico si è spostato in giardino, allestito per l’occasione con food trucks per un aperitivo assolutamente informale.

“La sfida di portare la musica d’oggi fuori dalle tradizionali occasioni è ben riuscita in questa prima serata” dice Claudia Ferrari “vedere la serra del palazzo strapiena e il pubblico in giardino con le orecchie tese ad ascoltare il concerto è sicuramente una grande soddisfazione, segno che abbiamo fatto il primo passo nella giusta strada”.

Il prossimo appuntamento è una collaborazione con il Val Tidone Festival, il prossimo 19 maggio con un incontro sul repertorio contemporaneo per fisarmonica di Claudio Jacomucci, protagonista del concerto d’anteprima (ore 21.15, Duomo di Piacenza) del festival che quest’anno è alla sua ventesima edizione.

Le date successive di “incó_ntemporanea” saranno poi il 9 e 10 giugno alla Sala Consiliare della Provincia di Piacenza e il gran finale il 17 giugno in Conservatorio, con un ospite prestigioso: il compositore statunitense Frederic Rzewski. Maggiori informazioni su www.collettivo.21.it
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: