Chiudi X
26 febbraio 2017
Le telecamere della Rai alla scoperta dell'esoscheletro che aiuta a camminare
26 febbraio 2017
La troupe della Rai a Piacenza
L'esoscheletro che aiuta a camminare ha attirato l'interesse anche della Rai. I soci fondatori della startup di Piacenza U&O, Gianluca Sesenna, Andrea Santi e Mirco Porcari hanno ricevuto nei giorni scorsi una visita della troupe della Rai, a cui hanno illustrato il loro innovativo prototipo, già presentato all'Hurban Hub: l’esoscheletro Hu.Go., abbreviazione di “Human Going”.

L’idea nasce dall’unione tra le loro professionalità di fisioterapista, progettista meccatronico e ingegnere informatico, con l’obiettivo di trovare una soluzione intelligente ed economica per aiutare le persone – oltre un milione, in Italia – che non possono camminare o faticano a farlo, a causa di ictus, lesioni midollari o altre patologie. L’esoscheletro che hanno creato è un dispositivo robotico dotato di motori e batterie, che indossato sopra i vestiti permette di alzarsi in piedi e camminare a chi non sarebbe in grado di farlo autonomamente. 

Dal giugno scorso, U&O collabora con Urban Hub, Startup Piacenza e Aster, aderendo anche all’incubatore InLab a vocazione sociale. Classificatasi seconda a livello regionale nella Start Cup Emilia Romagna 2016, l’azienda ha rappresentato il territorio piacentino al Premio nazionale dell’Innovazione nello stesso anno. 

IL VIDEO 

esoscheletro HU.GO - startup U&O from Gianluca on Vimeo.

U&O è una startup innovativa fondata da Gianluca Sesenna, Andrea Santi e Mirco Porcari nel Febbraio 2016, la cui missione è di rendere la robotica riabilitativa alla portata di tutti.

Infatti propone un percorso riabilitativo di nuova generazione, il cui cuore tecnologico è l’esoscheletro HU.GO, che sta per Human Going.

Solo in Italia più di un milione di persone non possono camminare o fanno fatica a farlo a causa di ictus, lesioni midollari, o altre patologie. Nel febbraio 2014 Gianluca, fisioterapista, convoca a casa due amici per cercare di trovare una soluzione smart ed economica che potesse risolvere il problema. Nasce così l'idea di un esoscheletro, un dispositivo robotico, con motori e batterie, che, indossato sopra i vestiti, permette a chi non è in grado di farlo da solo di alzarsi in piedi e camminare. I

due amici sono il progettista meccatronico Andrea e l'ingegnere informatico Mirco ed è proprio dall'unione delle loro competenze che nasce la risposta a questa grave problematica. A due anni di distanza, a fine 2015, il prototipo sviluppato è stato in grado di mettere in piedi e far fare qualche passo ai primi volontari, amici e conoscenti che, avendo problemi di varia natura alle gambe, si sono mostrati disponibili a provarlo. Un cerchio si era chiuso, le domande avevano avuto risposta con tangibile soddisfazione.

U&O da Giugno 2016 ha iniziato a collaborare con lo sportello Startup Piacenza, Urban Hub e Area S3 ASTER (sede di Piacenza presso il Tecnopolo), le realtà che seguono le startup locali, aderendo all’incubatore piacentino a vocazione sociale InLab.

Da allora ha partecipato a Start Cup Emilia Romagna 2016, un concorso che premia i migliori business plan, vincendo il premio provinciale e classificandosi seconda a livello regionale tra più di 120 startup partecipanti, e ha rappresentato Piacenza e provincia al Premio Nazionale dell’Innovazione 2016, tenutosi a Modena a dicembre 2016.

Il motto che i tre amici hanno scelto per concludere tutte le loro presentazioni, si tratta di una citazione, recita: “Every single time you help somebody stand up, you are helping humanity rise”, ogni singola volta tu aiuti qualcuno ad alzarsi, stai aiutando l’umanità a crescere.

Commenti (2)

-


-

Inserisci commento: