Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
09 ottobre 2017
Test antidroga per assessori e consiglieri, via libera dal consiglio comunale
09 ottobre 2017
L'aula del consiglio comunale
Test antidroga (volontario) per consiglieri e assessori, via libera in aula dal consiglio comunale.

Voto favorevole alla risoluzione presentata da Davide Garilli, Marvin Di Corcia e Chiara Reboli (Lega Nord) con la quale si chiedeva un test antidroga a cui sottoporre i Consiglieri Comunali e i membri della Giunta: test, scrivono i rappresentanti del Carroccio, che “indirizzerebbe il Comune di Piacenza verso un processo di trasparenza nei confronti dei cittadini e di sensibilizzazione sul tema, migliorando contemporaneamente l'attività stessa dell'organo comunale”.

“Potrebbe essere sufficiente, anche allo scopo di superare le problematiche connesse alle violazioni delle norme a tutela della privacy, prevedere per i Consiglieri Comunali e i membri della Giunta, previo consenso scritto, di sottoporsi a test multi-droghe con cadenza semestrale, accettando conseguentemente che i relativi risultati vengano pubblicati sul sito del Comune di Piacenza”.

“I costi dei test acquistabili in farmacia, aggiungono, presentano un costo d'acquisto esiguo e ampiamente sostenibile dal Comune di Piacenza”. Un emendamento, approvato, ha poi spostato la spesa direttamente in capo a consiglieri e amministratori.

LA DISCUSSIONE - Diversi i consiglieri che hanno espresso contrarietà alla risoluzione.

Michele Giardino (Forza Italia) ha affermato che "Il rapporto di fiducia tra elettori ed eletti non si basa su certificati medici". Contrario anche Luigi Rabuffi (Piacenza in Comune), che ha parlato di provvedimento “insufficiente e inefficace”; “Faccio fatica a vedere la concreta applicabilità sulle modalità e mi lascia dubbioso la motivazione”, ha aggiunto Mauro Monti (Liberi), anticipando l’astensione del suo gruppo. Per Stefano Cugini (Pd) "la proposta sta poco in piedi, se dobbiamo investire soldi facciamolo per progetti di prevenzione".

Non sono mancati però i pareri favorevoli: "Dobbiamo dare noi un esempio concreto - hanno concordato Antonio Levoni (Liberali) e Mauro Saccardi (Forza Italia). "Sono a favore, nella speranza che i costi non gravino sulla comunità" - ha detto Roberto Colla (Piacenza Più).

"Nessun problema per il test" per Andrea Pugni (5Stelle), così come per il collega Andrea Dagnino che ha però bollato la proposta come "inutile". Sì anche di Tommaso Foti (FdI) ("ma no a liste di proscrizione") e di Stefano Cavalli (Lega) ("anche se le priorità sono altre").

"Mi sembrava un bel segnale, arrivato da parte dei consiglieri più giovani - è intervenuto nel dibattito l'assessore alla sicurezza Luca Zandonella - sappiamo tutti la gravità del problema droga e mi sembra si siano voluti trovare tecnicismi e scuse contro la risoluzione. Ribadisco che da parte di questa giunta ci sarà il massimo contrasto alla droga sia sul piano della repressione che della prevenzione".
Commenti (11)

-


-


-


-


-


-


-


-


-


-


-

Inserisci commento: