14 luglio 2017
Approda in Senato la questione del "baule" di Verdi portato a Parma
14 luglio 2017
Frontespizio del Rigoletto
LA QUESTIONE DELLE PREZIOSE CARTE DEL BAULE DI VERDI GIUNGE AL SENATO 
 
La questione delle preziose carte del baule di Verdi trasferite da Piacenza a Parma (e recentemente trattata sul periodico della Banca di Piacenza, BANCAflash) giunge al Senato e, anzi, sarà trattata proprio in Aula.

L’iniziativa è del senatore Carlo Giovanardi che ha rivolto in merito un’interpellanza al Ministro dei beni e delle attività culturali sottolineando che preziosi documenti, nonché 17 cartelle relative ad altrettante opere del maestro, sono state trasferite da Sant’Agata in comune di Villanova d’Arda (Piacenza) all’Archivio di stato di Parma e questo ad opera della Soprintendenza e della Direzione generale Archivi del Ministero dei beni e delle attività culturali.

Il parlamentare modenese sottolinea, nel suo atto ispettivo, che “essendo gli archivi di stato ordinati per competenza territoriale sulla base dei territori delineati ai fini delle Province amministrative, appare incongruo che tale materiale sia stato inviato all'archivio di Stato di Parma anziché a quello di Piacenza”.

L’on. Giovanardi chiede per questo di “conoscere se, premesso o rettificato quanto sopra, il Ministro non intenda disporre che il materiale venga regolarmente depositato presso l'archivio di Stato di Piacenza, previo, se del caso, interpello dei Comuni interessati del piacentino (Villanova sull'Arda e Piacenza, dove Verdi aveva i suoi migliori amici e dove gestiva i propri affari, anche con il suo avvocato di fiducia), affinché assicurino di impegnarsi al riordino ed alla successiva pubblicazione del materiale archivistico”.

Come detto, il sen. Giovanardi ha ottenuto dalla Presidenza del Senato che la sua interpellanza, per l’importanza che essa ha, sia trattata direttamente in Aula, nel corso di una seduta che sarà anche teletrasmessa. Non mancheremo di segnalare per tempo quando tutto ciò avverrà.
 
Commenti (3)

-


-


-

Inserisci commento: