Chiudi X
02 agosto 2017
Confedilizia: "Interventi crisi idrica non vengano affidati alla Bonifica"
02 agosto 2017
Siccità
Intervento di Confedilizia Piacenza in merito agli interventi urgenti per la crisi idropotabile nel nostro territorio

Il Capo del Dipartimento della Protezione civile istituito presso la Presidenza del Consiglio, Curcio, ha approvato un’ordinanza finalizzata a garantire l’espletamento dei necessari interventi urgenti diretti a contrastare il contesto di criticità creato dalla crisi di approvvigionamento idrico ad uso idropotabile nel territorio delle Province di Parma e di Piacenza.

Il Commissario delegato che viene allo scopo nominato è il Presidente della Regione Emilia, Bonaccini. Con immediatezza, dovrà provvedere alla predisposizione di un Piano degli interventi urgenti da realizzare. La possibile tipologia degli stessi è dettagliata nel provvedimento.

Per l’attuazione del Piano, e quindi per le 2 province, è stanziata la somma di 8.650.000 euro. Gli interventi previsti sono di per sé dichiarati urgenti, indifferibili nonché di pubblica utilità ed, ove occorra, costituiscono varianti agli strumenti urbanistici vigenti.

Fra i soggetti di cui il Commissario Bonaccini potrà avvalersi, oltre ad Agenzie varie e alle Protezioni civili, anche i Consorzi di bonifica.

Nel dare notizia dell’approvazione dell’Ordinanza in questione, Confedilizia Piacenza scrive: “Crea sconcerto che si possa, nell’occasione, ricorrere al Consorzio di bonifica. Ogni suo intervento si risolve infatti, prima o dopo, nell’allargamento o nell’aumento della contribuzione coatta e i Comuni piacentini, molti dei quali fanno però finta di niente, lo sanno bene".

"Speriamo, dunque, che non siano affidati interventi al Consorzio: il risultato, per chi ha patito la crisi, sarebbe - paradossalmente - questo”.
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: