Chiudi X
02 agosto 2017
Eventi pubblici e sicurezza, dal Ministero tre livelli di rischio
02 agosto 2017
I blocchi in cemento in occasione dei Venerdì Piacentini
Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa di Fabio Callori - vice sindaco di Caorso (Piacenza) e consigliere nazionale Anci, a seguito della Circolare del Ministero dell’Interno a firma del Capo di Gabinetto Mario Morcone sulla sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche

Sicurezza eventi pubblici, i sindaci piacentini: "Rivedere la circolare Gabrielli"
 
La nota stampa - “A seguito di sollecitazioni rivolte anche ad ANCI - già impegnata in confronti con gli organi competenti - per segnalare le difficoltà in capo alle amministrazioni locali e ai sindaci rispetto alla gestione degli eventi e alle misure di sicurezza da adottare in tali circostanze, è stata emessa dal Ministero dall’Interno la "Direttiva con modelli organizzativi per garantire alti livelli di sicurezza in occasioni di manifestazioni pubbliche."

L’obiettivo è di permettere, sempre mantenendo assoluta priorità per i massimi standard di sicurezza sia in termini di security che di safety, di soddisfare le esigenze dei Comuni con cautele e  precauzioni  differenti in base alle tipologie di eventi, distinguendo tra manifestazioni in luogo pubblico che richiedono agli organizzatori solo l’onere di avvisare il Questore e manifestazioni di pubblico spettacolo sottoposte ad autorizzazione da parte del Sindaco.

Tale nuova direttiva permette, quindi, di differenziare le procedure e chiarire le responsabilità con la garanzia di poter effettuare eventi pubblici sicuri.

Le linee guida relative ai provvedimenti di safety da adottare per la gestione delle pubbliche manifestazioni individuano, in base a più parametri, tre diversi livelli di rischio (basso/medio/elevato) per calibrare le misure di sicurezza da adottare.

Tali indicazioni rappresentano un ausilio per una prima valutazione dei livelli di rischio delle manifestazioni suggerendo come modulare le misure di mitigazione.

Raggiunto quindi l’obiettivo prefissato con la garanzia di svolgimento di eventi pubblici ma con circospezioni differenti e ponderate per “salvare” ogni tipo di manifestazione garantendone la maggior sicurezza possibile.”

QUINTAVALLA: "IMPORTANTE RISULTATO RAGGIUNTO" - "Come coordinatore del gruppo dei Presidenti delle Unioni dei Comuni che ha lavorato sul tema in oggetto, esprimo soddisfazione per la circolare del Ministero degli Interni appena emanata a firma del Capo di Gabinetto Morcone".

Così in una nota Luca Quintavalla, sindaco di Castelvetro e Presidente Unione dei Comuni Bassa Val d'Arda Fiume Po.

"Come è noto, nelle scorse settimane avevamo manifestato in modo unitario le nostre perplessità rispetto agli oneri che i Comuni e le Associazioni di volontariato organizzatrici di eventi dovrebbero sopportare per corrispondere a quanto richiesto dalle disposizioni del Capo della Polizia emanate nel giugno scorso e riferite alle misure di sicurezza da adottare in occasione di eventi per cui si prevede notevole afflusso di pubblico".

"La nuova circolare appena emanata contribuisce a fornire maggiore chiarezza e, soprattutto, consente di distinguere caso per caso a seconda della dimensione e della tipologia degli eventi, come da noi richiesto, individuando tre differenti livelli di rischio delle manifestazioni (basso/medio/elevato), con conseguente diversificazione nelle prescrizioni richieste agli organizzatori".

"Si tratta di un primo importante risultato raggiunto: a noi interessa certamente garantire la sicurezza dei cittadini, ma questo non deve essere fatto andando contro al buon senso e soprattutto mettendo in difficoltà le forze del nostro Volontariato così preziose per animare la vita dei nostri territori. Colgo l'occasione anche per ringraziare ANCI per il supporto che ci ha fornito in questa giusta rivendicazione".
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: