Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
09 agosto 2017
Riorganizzazione Saipem, Bessi (Pd): "La Regione è informata?"
09 agosto 2017
Saipem
“Quali saranno gli effetti della riorganizzazione di Saipem, società italiana leader mondiale nel settore petrolifero che in Emilia-Romagna conta due sedi, a Piacenza e Ravenna, e un indotto stimato intorno ai 10mila dipendenti, concentrati in particolare nei distretti dei petrolchimici di Ferrara e Ravenna?”.

È quanto chiede Gianni Bessi (Pd) in una interrogazione alla Giunta regionale per sapere se sia informata del processo in atto e, nello specifico, del trasferimento all'estero di abilità e conoscenze tecnologiche maturate sul territorio nazionale e della nostra regione. Il consigliere riporta il timore dei sindacati e delle imprese italiane del settore per la situazione di incertezza che Saipem sta vivendo, amplificata della crisi del mercato petrolifero mondiale.

Una situazione “resa evidente - segnala - dai risultati del primo semestrale 2017, che mostrano un calo generalizzato e significativo degli utili e un aumento del debito netto rispetto al primo semestre 2016”.

Bessi fa poi notare che nonostante il recente piano strategico di riorganizzazione e razionalizzazione 2017-2020, che vede la ridefinizione dell'attività in cinque divisioni, continuerebbero a sussistere i problemi occupazionali nei rami 'on shore' e 'off shore'.

Quest’ultimo “spostato sempre più su Parigi, - commenta - con una decisione che impatta sulle relazioni e sull'idea di italianità del settore storico, quello a più alto valore aggiunto di Saipem”.

Da qui la richiesta alla Giunta regionale per aggiornamenti sul processo di riorganizzazione in corso e sue ricadute. (Isabella Scandaletti) 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: