Chiudi X
19 aprile 2016
Open Day sabato 23 aprile all'asilo Mirra
19 aprile 2016
Asilo Mirra
È tempo di iscrizioni anche per i più piccini e l’asilo nido Mirra di Piacenza (via Campagna 40) apre le sue porte a grandi e piccini sabato 23 Aprile dalle 10 e 30 alle 13 e dalle ore 16 alle 18.

Le educatrici della struttura saranno a vostra completa disposizione per coinvolgere i vostri bambini, per farvi visitare la struttura e per farvi conoscere le nostre attività e progetti.

Situata nel centro storico di Piacenza, il Nido d’infanzia Mirra è dotato di ampi spazi luminosi e di un grande giardino. Dal 1996 l’ente gestore ha attivato la convenzione con il Comune di Piacenza e i posti disponibili totali sono 20, di cui 15 posti riservati alla convezione con il comune e 5 posti privati.

L’orario settimanale prevede l’apertura del nido dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 16. Il Nido d’infanzia Mirra attiva inoltre un servizio di dopo-scuola dalle 16 alle 18 dal lunedì al venerdì. Le famiglie possono liberamente decidere se usufruire di tale servizio e la fascia-orario che più prediligono (es. dalle 16-17 o dalle 16-18).

La peculiarità del Nido d’infanzia Mirra è quella di avere la possibilità di attivare un percorso educativo continuativo con la Scuola d’infanzia Mirra poiché si trovano condividere un’idea di bambino e di scuola comune dal punto di vista pedagogico ed educativo.

Il personale del nido e della scuola d’infanzia si trova a collaborare per delineare, anche nella prassi educativa, un’idea di scuola innovativa che sia attenta ai tempi che cambiano, che sia flessibile al variare delle esigenze famigliari, ma soprattutto che appoggi linee pedagogiche innovative e attente in toto al benessere del bambino, alla sua unicità e al suo essere protagonista attivo nella costruzione della propria identità.

Progettazione educativa, le parole chiave: esplorazione, ricerca, scoperta, natura Le educatrici articolano i progetti educativi attraverso l’attuazione di spazi laboratoriali che incoraggiano il fare e l’agire del bambino.

ll bambino, protagonista dei suoi stessi apprendimenti, giocando e divertendosi fa esperienza con la materia, scopre le possibili relazioni tra i materiali stessi e le loro potenzialità e si trova a risolvere in modo creativo ed autonomo eventuali problematiche che gli si pongono dinnanzi.

Il nido d'infanzia Mirra, in piena condivisione con la scuola d'infanzia, opera una scelta pedagogicamente valida nella selezione dei materiali offerti ai bambini per giocare e per creare spazi laboratoriali: l'equipe educativa predilige infatti l'impiego di materiale naturale e di recupero che offre al bambino possibilità infinite di sviluppare liberamente la propria creatività, di sperimentare e apprendere strategie efficaci per rendere reali e concreti i loro progetti più fantasiosi, di esplorare e di conoscere forme, sembianze e strutture della materia e di stupirsi con molta semplicità di fronte a scoperte inaspettate.

Il nido d’infanzia Mirra ha a disposizione una grande risorsa interna che è quella di avere un ampio giardino che contorna la struttura. Tale peculiarità è sfruttata dalle educatrici nella pianificazione di attività a cielo aperto di modo che la natura e i suoi elementi siano i primi veri materiali educativi per i bambini. La natura offre ai bambini possibilità di esplorazioni infinite, permette di riscoprire un vero legame affettivo con la terra, i suoi frutti, i suoi fiori, i profumi e gli odori che la caratterizzano.

Le educatrici condividono l’importanza pedagogica di riservare numerosi momenti dedicati all’esplorazione, alla sperimentazione e all’incontro dei bambini con la natura nelle sue diverse forme, strutture e sembianze. Il giardino – in ogni momento dell’anno - diventa quindi una vera e propria occasione di stimolare e sollecitare i liberi apprendimenti dei bambini e di renderli protagonisti in questa loro avventura.

I recapiti per contattare l’ente gestore e la segreteria amministrativa sono i seguenti: Tel. 0523 490996, Fax.0523 490996, E-mail: scuolainfanziamirra@libero.it

(comunicato stampa dell'istituto)
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: