Chiudi X
03 aprile 2017
Rotary Informa: Brexit, Trump e Rexit. Incontro con Luciano Gobbi
03 aprile 2017
Logo Rotary
Incontro con Luciano Gobbi
Incontro con Luciano Gobbi

Gruppo Piacentino

(distretto 2050)

 

IL BLOG

 

  • Piacenza

  • Fiorenzuola d'Arda

  • Piacenza Farnese

  • Valtidone

  • Valli Nure e Trebbia

  • S.Antonino

- Cortemaggiore Pallavicino

Rotaract Piacenza
Rotaract Fiorenzuola


RC Piacenza Farnese: conversazione del socio Luciano Gobbi su Brexit, Trump e Rexit

Ha introdotto la presidente Donatella Pigozzi che ha presentato l’oratore, esperto di politica economica e finanziaria.

L’ing. Luciano Gobbi, presente insieme all'avvocato Corrado Sforza Fogliani, ha preso la parola ed ha tracciato un profilo della situazione politica internazionale, evidenziando alcuni fatti che secondo lui sono stati occasione di profonde riflessioni.

Ha premesso che tutto è in gioco e che in ogni momento potrebbe verificarsi l’inatteso, una presa di posizione imprevedibile capace di mutare il quadro mondiale.

Per lui sono tre i punti che hanno caratterizzato questi ultimi mesi di politica socio economica: la Brexit, l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti e la Rexit, ossia la dimissione del presidente Renzi e la scissione del Partito Democratico in Italia.

La Brexit - L’Inghilterra non ha voluto, dopo un referendum, aderire all’Unione Europea. Se n’è tirata fuori. È la prima nazione europea che non accetta di essere parte dell’Unione Europea.

Una situazione che potrebbe portare altri Stati europei a compiere lo stesso gesto, che comunque mette in una certa crisi il sistema unitario, perché Londra è un grande mercato finanziario.

Che farà l’Inghilterra? Troverà risorse economiche nel commercio con gli Stati del suo ex impero e con il tempo spererà di cavarsela? Resta il problema dei grandi Stati sostenitori sino ad ora dell’Europa unita, ossia Germania, Francia ed Italia che tentano di rafforzare l’Unione e che dovranno mettere in atto migliori operazioni opportune. 

L’elezione di Donald Trump - È stata una sorpresa dopo le proposte sostenute in campagna elettorale, forse però non del tutto negativa. Innanzitutto perché ha proposto che l’ultima decisione, sulle questioni di governo, spetti alla politica non all’economia. Inoltre, ha aperto le frontiere economiche ed abbasserà le imposte.

La questione italiana - Le dimissioni di Renzi dopo il referendum   e la scissione nel Partito democratico, hanno creato una situazione politica di forte disagio, specie sul piano internazionale ove la nazione italiana è apparsa in politica inaffidabile con una non garantita governabilità. Si dovrà raggiungere la stabilità, anche se ci si trova in forte ritardo.

Conclusioni - Non resta che attendere l’evoluzione della politica e dell’economia. Ogni Stato dovrà sostenere la sua parte di responsabilità verso l’Unione Europea. Per L’Italia, ad esempio, un’uscita dall’Unione Europea, sarebbe un grande danno.   

Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: