Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
04 maggio 2017
Rotary Informa: Ultimo round della Start up competition del Rotary Fiorenzuola d'Arda
04 maggio 2017
Logo Rotary
La serata
L'iniziativa Rotary

Gruppo Piacentino

(distretto 2050)

 

IL BLOG

 

  • Piacenza

  • Fiorenzuola d'Arda

  • Piacenza Farnese

  • Valtidone

  • Valli Nure e Trebbia

  • S.Antonino

- Cortemaggiore Pallavicino

Rotaract Piacenza
Rotaract Fiorenzuola


Ultimo round della Start up competition promossa dal Rotary Fiorenzuola d'Arda

Un'altra serata dedicata all'innovazione che si è svolta giovedì 20 aprile 2017 al ristorante Mathis di Fiorenzuola.

Oltre a una rappresentanza di Urban Hub Piacenza, partner del progetto, presente anche Inlab, incubatore certificato di imprese innovative che lavora con varie start up di cui 15 piacentine.

Ma andiamo a scoprire insieme i partecipanti al contest! 

Carta viva snc: micro azienda il cui core business è l'editoria in rete, con particolare attenzione ai classici. Il suo obiettivo è quello di accorciare la filiera dell'editoria andando a cercare i lettori prima di arrivare alla commercializzazione del libro. Come? Attraverso il crowdfunding!

Open tea: Start up che propone un'offerta completa nell'ambito e-learining. La piattaforma accoglie come clienti sia gli enti formatori che i possibili fruitori dei corsi. I servizi che offre sono molteplici e fra questi spiccano webinar, gestione di community di apprendimento, attività di tutoring e monitoraggio delle performance. 

TRed: impresa innovativa il cui scopo, per sua stessa definizione è 'fare'. Ma cosa si intende?! L'obiettivo è quello di creare una rete di tecnoartigianalitá che possa portare alla creazione di idee, che possano evolversi in progetti, prototipi e poi prodotti. 

Art - apta regenerative technology: La start up propone biomateriali innovativi per la guarigione e la rigenerazione dei tessuti. Attraverso l'utilizzo di aptameri si pone l'obiettivo di migliorare la compatibilità fra materiale tessutale e materiale sintetico. 

Anche questo appuntamento é stato dunque ricco di idee innovative, imprese che attraverso la tecnologia e le competenze possono portare a un reale cambiamento.

Quale sarà la start up vincitrice?! Presto la risposta.

Nel corso della serata è da segnalare un momento importante per la vita del club: 4 soci sono stati insigniti della più alta onoreficienza in ambito Rotariano, la Paul Harris Fellow, che prende il nome dal fondatore del Rotary.

Questo riconoscimento è assegnato a soci e non che si siano contraddistinti per particolari meriti. I complimenti vanno ad Agostino Terlizzi, Maurizio Pericotti, Silvano Arisi e Claudio Mazzari.

Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: