Chiudi X
12 gennaio 2017
"Educazione alla Campagna Amica", debutto alla Giordani
12 gennaio 2017
Il primo incontro
E’ iniziata oggi con i remigini della scuola primaria Giordani l’edizione 2017 del progetto di Coldiretti “Educazione alla Campagna Amica” che già da 16 anni entra nelle scuole di tutta la provincia per portare ai più giovani non solo consigli di buona alimentazione ma anche approfondimenti sulle filiere agricole del nostro territorio. 

Più di 3000 tra bambini e ragazzi, appartenenti alle scuole dell’infanzia, ma anche alle elementari, medie e istituti superiori lavoreranno insieme a Coldiretti ad un progetto che, quest’anno, avrà per tema “Paesaggio rurale e produzioni tipiche, le relazioni tra l’uomo, l’ambiente e l’agricoltura nel nostro territorio”.

L’obiettivo, è far riscoprire agli alunni il ruolo dell’agricoltura nella gestione del paesaggio e dell’ambiente, insieme alle produzioni che caratterizzano ogni singolo territorio dal pomodoro al latte, dal grano al vino, sino al legno e al miele. Il programma inoltre promuove tra i ragazzi la cultura del paesaggio e fa riscoprire il ruolo dell’agricoltura sia per la gestione del territorio, sia per la produzione dei prodotti tipici.

La motivazione alla base di questo grande progetto, che vede i volontari esperti della Coldiretti, affrontare i diversi temi con i ragazzi, è la volontà di investire nel futuro, nelle nuove generazioni, per poter formare gli adulti di domani e sensibilizzarli, al fine di creare una classe di consumatori consapevoli e attenti.

Oltre al direttore di Coldiretti Piacenza Giovanni Luigi Cremonesi, hanno portato il loro saluto agli alunni alcuni rappresentati dei tantissimi partner del progetto: il Vice Prefetto Vicario Dott. Elio Faillaci, Davide Chiesa della Banca di Piacenza, Martina Corvi volontaria di AIC, Laura Bocciarelli Presidente Avis Piacenza e Angela Zucca con Gentian Ashiku dell’associazione Gelatieri Piacentini.

A concludere la mattinata una poesia recitata dai ragazzi sui 5 sensi. 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: