Chiudi X
14 maggio 2017
Canottieri Ongina da urlo: 3-0 contro Bolzano in esordio nei play off
14 maggio 2017
Nelle foto di Annarita Zilli, un attacco di Maikel Cardona (Canottieri Ongina) contro Bolzano e l’esultanza dei gialloneri per la vittoria
	Nelle foto di Annarita Zilli, un attacco di Maikel Cardona (Canottieri Ongina) contro Bolzano e l’esultanza dei gialloneri per la vittoria
CANOTTIERI ONGINA-AVS MOSCA BRUNO BOLZANO 3-0 (26-24, 25-16, 25-14). Una prova autoritaria, che non ha lasciato scampo all’avversario, con un primo set equilibrato e i successivi due senza storia.

E’ una Canottieri Ongina da urlo quella che ha iniziato al meglio il cammino nei play off di serie B maschile grazie al 3-0 casalingo contro l’Avs Mosca Bruno Bolzano. Nell’atto inaugurale della prima fase, i gialloneri allenati da Massimo Botti e Davide Zanichelli hanno sfoderato una prova di grande spessore tecnico, mettendo alle corde un avversario al quale le qualità non mancano.

Per gli altoatesini, il palazzetto di Monticelli continua a essere stregato (mai vinto un set in quattro incontri), mentre i piacentini hanno conquistato la quinta vittoria in sette duelli contro l’Avs Mosca Bruno.

A spingere la Canottieri Ongina verso la festa è stato un attacco di grande qualità, con ritmi di cambiopalla (ma anche di contrattacco) che Bolzano non è riuscito a reggere, provandoci comunque con Ingrosso (13 punti e 50 per cento di positività in attacco) e con Gavotto (12), osservato speciale del muro e della difesa di casa.

Sul versante giallonero, invece, Giumelli ha ben diretto l’orchestra, puntando forte in particolare su due elementi: Cardona e Caci. La risposta è stata scintillante: l’eterno opposto (40 anni) ha dominato la scena con i suoi 20 punti, con 14 palloni su 19 messi a terra. Non da meno lo schiacciatore Sandro Caci (14 punti e 64 per cento in attacco), terminale prolifico sia da posto quattro sia in pipe. Inoltre, i centrali Bonola (4 su 5) e De Biasi (50 per cento) hanno risposto presenti nelle rare chiamate, Bisci ha guidato con la consueta solidità la seconda linea, dando anche spettacolo in difesa, mentre Nasari ha svolto la solita grande mole di lavoro oscuro in seconda linea.

Archiviato con successo il debutto, la Canottieri Ongina si preparerà ora al secondo atto, in programma sabato 20 maggio alle 18 a Bolzano. In caso di successo, i gialloneri approderebbero alla finale, mentre viceversa una vittoria dell’Avs Mosca Bruno condurrebbe alla “bella” di mercoledì 24 maggio a Monticelli.

LA PARTITA – La Canottieri Ongina parte con Giumelli in palleggio, Cardona opposto, Caci e Nasari in banda, Bonola e De Biasi centrali e Bisci libero. Bolzano, invece, risponde con la diagonale Spagnuolo-Gavotto, con Agostini e Ingrosso in posto quattro, Paoli e Bleggi centrali  e Thei libero.

I gialloneri partono bene, con Cardona che firma subito il break in attacco (2-0), poi allungano 8-4 con l’ace di Giumelli e un contrattacco dello stesso opposto di origini cubane. Un’invasione aiuta Bolzano ad accorciare le distanze (8-6),poi è Gavotto a firmare il -1 (11-10). La pipe in rete di Caci vale la parità a quota 12, poi i padroni di casa si asciugano in vantaggio di una lunghezza alla seconda sosta programmata (16-15). L’Avs Mosca Bruno ribalta la situazione con l’ace di Ingrosso (17-18, time out Canottieri Ongina), che poi attacca fuori per il 20-20. Si arriva in volata (22-22, time out Bolzano), con i piacentini che si guadagnano il primo set ball con l’ace di Nasari (24-23, time out Burattini), annullato da Ingrosso, poi alla seconda chance i ragazzi di Botti e Zanichelli chiudono con il muro di Bonola: 26-24.

Dopo il cambio di campo, i monticellesi ripartono forte: Bisci aspira tutto in difesa, Giumelli è illuminato in regia e Cardona e Caci concretizzano in attacco, con Bolzano alle corde al primo time out tecnico (8-2). Nasari timbra il cartellino a muro (11-3), De Biasi lo imita poco dopo per il 13-4. Burattini avvicenda la cabina di regia, con la sua squadra che reagisce (13-8 con Gavotto), ma i padroni di casa rilanciano subito con l’ace di Giumelli, preludio al 16-9 alla seconda sosta programmata.  

La Canottieri Ongina non si disunisce e chiude 25-16 con Cardona, volando sul 2-0.  Nel terzo set i gialloneri di casa sono padroni del campo, allungando subito (8-3) e restando saldamente al comando nel secondo time out tecnico (16-7). Cardona è scatenato e così la Canottieri Ongina, nonostante i cambi operati da Burattini sul versante Avs, chiude agevolmente 25-14 e 3-0.

IL PROGRAMMA DELLA SERIE:
Gara 1: Canottieri Ongina-Avs Mosca Bruno Bolzano 3-0 (giocata sabato)
Gara 2: Avs Mosca Bruno Bolzano-Canottieri Ongina (sabato 20 maggio ore 18)
Gara 3 (eventuale): Canottieri Ongina-Avs Mosca Bruno Bolzano (mercoledì 24 maggio ore 21)
 
CANOTTIERI ONGINA: Nasari 4, De Biasi 6, Cardona 20, Caci 14, Bonola 5, Giumelli 2, Bisci (L), Soavi, Binaghi 1, Pazzoni, Fall. N.e.: Miranda, Filipponi. All.: Botti-Zanichelli
AVS MOSCA BRUNO BOLZANO: Spagnuolo, Ingrosso 13, Paoli 3, Gavotto 12, Agostini 5, Bleggi 5, Thei (L), Salviato, Lizzola. N.e.: Petrich, Polacco. All.: Burattini
ARBITRI: Federica Gallazzi e Andrea Savino
NOTE: Durata set: 30’, 26’, 24’ per un totale di 1 ora e 20 minuti di gioco
Canottieri Ongina: battute sbagliate 12, ace 3, ricezione positiva 65% (perfetta 44%), attacco 65%, muri 4, errori 16
Avs Mosca Bruno Bolzano: battute sbagliate 8, ace 2, ricezione positiva 65% (perfetta 37%), attacco 43%, muri 3, errori 24.
 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: