Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
11 agosto 2017
Un nuovo compressore per portare acqua in Karamoja, appello di Africa Mission
11 agosto 2017
Il compressore in funzione
Nel 2016 sono stati 44 i pozzi perforati da Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo in Uganda, per un totale di 105.429 beneficiari diretti.

Con lo stesso impegno e gli stessi obiettivi si era quindi aperto il 2017, anno cruciale per completare la sfida dei 100 pozzi in Karamoja, la regione più povera e arida dell’Uganda, migliorando così la vita di altre centinaia di donne, bambini e famiglie.

A complicare la sfida un imprevisto: un compressore guasto, capace da solo di bloccare l’operato del Movimento del settore acqua.

Per garantire la continuazione del progetto pozzi è stato dunque acquistato un compressore Atlas Copco tipo XRHS 385 MD usato e in buono stato con una capacità di 22.000 m2 d’aria: uno strumento indispensabile, soprattutto in vista di una nuova sfida proposta ad Africa Mission.

«Oltre ai progetti in Karamoja che portiamo avanti da 45 anni» ha dichiarato infatti Carlo Ruspantini, direttore dell’Ong piacentina, «il Movimento è stato chiamato a sostenere i migliaia di profughi scappati in Uganda per motivi politici, costruendo nuovi pozzi all’interno dei campi di accoglienza. Per noi questa sfida è una nuova opportunità per fare del bene, e con le attrezzature giuste potremo rispondere a questa emergenza».

L’acquisto ha comportato una spesa straordinaria non prevista di 42mila euro, comprendenti sia il costo del compressore che gli oneri di spedizione dall’Italia all’Uganda. L’associazione chiede a tutti gli amici, sensibili al suo impegno nel portare acqua ai più bisognosi, di aiutarli offrendo un contributo per la causa o impegnandosi nel cercare risorse.
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: